giovedì, Ottobre 1, 2020

Andrea Franchi – Lei o contro di lei: la recensione

Suona come un bel romanzo Lei o contro di lei, ultima uscita per La Pioggia Dischi firmata da Andrea Franchi. Primo disco solista per il polistrumentista e batterista dei Paolo Benvegnù che dopo aver dato voce alle note de L’Invasore (traccia finale di Hermann), sviluppa il lavoro, allora accennato, nei dieci pezzi del disco. Accompagnato dal Collettivo Pupazi, gruppo di cinque musicisti che ha partecipato agli arrangiamenti del disco, Franchi si profonde fra canto, chitarra e organo, dimostrando una versatilità tutt’altro che comune. Lei o contro di lei è un album carico di suoni luccicanti, avaro di melodie cupe e ritorte e l’estrema varietà degli strumenti impiegati lo rende un lavoro orchestrale e barocco.

Fin dalla traccia di apertura, Due rivali, si legge chiaro il desiderio di creare una partitura sonora piena e non necessariamente omogenea. Al contrario, si ha l’impressione che l’apporto più importante che ognuno dei musicisti ha dato all’album sia quello della libera improvvisazione. In Due rivali un sax baritono si impone quasi gradasso al di sopra degli altri strumenti, così come l’assolo di chitarra in Appartamenti divaga sullo spartito.

Il risultato potrebbe sembrare poco ordinato o rigoroso, tuttavia è la precisa incarnazione di una delle strofe del brano sopracitato ovvero “Allontaniamo l’estetica / avviciniamoci alla musica”. Si prosegue con i ritmi cardiaci di La distrazione e i suoi richiami a certe produzioni dei primi Bluvertigo, per passare a Cheng Wei una delle tracce più hermaniane dell’album. Non mancano poi le aperte citazioni e tributi a Benvengù; la prima con Superstiti, contenuto nell’ep ‘500, la seconda con L’invasore, posto a chiosa di Hermann. Spetta a Uno come te suggellare Lei o contro di Lei.

Si tratta di un brano vintage, nostalgico, colmo di swing anni ’50, talmente evocativo da far perdonare l’urlo liberatorio e un po’ scomposto del finale. Un album colmo di grazia che suggerisce fra le sue strofe una brillante intuizione: quella di una ragionata leggerezza.

Giulia Bertuzzi
Giulia Bertuzzi
Giulia vede la luce (al neon) tra le corsie dell'ospedale di Brescia. Studia in città nebbiose, cambia case, letti e comuni. Si laurea, diventa giornalista pubblicista. Da sempre macina chilometri per i concerti e guadagna spesso la prima fila.

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SHOWREEL

i più visti

VIDEOCLIP

Phèdre – Karmic Mechanic: il video di Leah Gold

Phèdre, il nuovo video si chiama Karmic Mechanic, lo realizza Leah Gold

Lessons -Tempest ep: da Helsinki a Berlino una new entry in casa Sinnbus

Lessons, straordinaria new entry nel roster della berlinese Sinnbus.

Andy Shauf – The Magician: il videoclip in cutout animation di Winston Hacking

Il canadese Winston Hacking realizza un video per Andy Shauf combinando cutout animation, elementi live action e Motion Graphics

Gianluca Riccieri dirige “Ti Sveglierò in Aprile” per i Miqrà tra le strade di Caltagirone

Gianluca Ricceri dirige Giovanni Timpanaro, voce e propulsore creativo dei Miqrà, a bordo di una giulietta e realizza un originale ritratto del paese reale. Il videoclip di "Ti Sveglierò in Aprile"

Giulia – A Part of Me: il videoclip in anteprima esclusiva

Giulia, Genovese ma Londinese di adozione, con il suo primo singolo. "A part of me" è anche un bel videoclip diretto da Stefania Carbonara, in anteprima esclusiva su indie-eye

INDIE-EYE SU YOUTUBE

TOP NEWS

IRuna – Fuori Tempo, il videoclip di Maurizio Montesi

Fuori Tempo, la contagiosa danza di IRuna per le strade di Roma nel bel video di Maurizio Montesi.

The Fall – Imperial Wax Solvent – il doppio vinile limitato esce ad ottobre

Imperial Wax Solvent è lo splendido album dei The Fall pubblicato nel 2008. Cherry Red lo ripubblica in doppio vinile, includendo la versione scartata dal mix conclusivo. Imperdibile

Iggy And The Stooges – “You think you’re bad, Man?” – Cinque live inediti. Il box da collezione

"You think you're bad, Man?" è il nuovo box da collezione con 5 cd che include cinque live inediti di Iggy and The Stooges del periodo "Raw Power"

Dj Gengis, Un’altra Brasca: il videoclip d’animazione di Racoon Studio

Racoon Studio realizza il nuovo video d'animazione per Dj Gengis

Bon Iver – AUATC, il videoclip di Aaron Anderson & Eric Timothy Carlson

Aaron Anderson & Eric Timothy Carlson, premiatissimi art director per Bon Iver, realizzano il nuovo video per AUATC a fini benefici.

ECONTENT AWARD 2015