Indie-eye – VIDEOCLIP – Storia e Critica dei Video Musicali

La malinconia del "silenzio del mare", quando c'è non è mai angosciata o piagnona, diventa semplicemente saudade ed è bello poterla ascoltare; la recensione de "Il primo giorno" curata da Francesca Messina... 

Gennaio 29th, 2012
Il silenzio del mare – il primo giorno (autoprodotto, 2012)

Di

Scorre lieve il silenzio del mare che, se volutamente si offre senza alcun intento temerario o innovativo, non rischia certo d’esser pretenzioso.
Nato come progetto solista del songwriter Giovanni Del Giudice e successivamente arricchito con la presenza di Daniele Galanti (pianoforte), Riccardo Cardazzo (batteria), Alessandro Geri (contrabbasso) e Simone Morgantini (flauto e sassofoni ) viene successivamente  registrato in presa diretta tra il 29 ottobre e il 1 novembre 2011. Dal primo all’ultimo brano è facile rintracciarne le coordinate stilistiche: la bossa, lo swing anni ’30-’40,  il tutto accompagnato da uno spirito giocoso e ironico con cui il cantautore fiorentino spesso affronta i temi del quotidiano. Se è vero che nel brano chiamato  Sognando emerge una vocalità che ricorda il timbro di un Battisti un pò melenso, è anche vero che la malinconia del Silenzio del mare,  quando c’è, non è mai angosciata o piagnona,  diventa semplicemente saudade ed è  bello poterla ascoltare. Così come è ancora più bello il brano che ha come titolo  La terra vista dalle nuvole , dove una rilettura personale e attenta degli stilemi del passato, accompagnano un testo incisivo, capace di evocare sensazioni,  non-luoghi, situazioni così dense da poterle percepire  immaginando. A riprova di una certa maturità a livello compositivo troviamo Estate che peraltro mantiene la sua forza espressiva  anche nelle esibizioni dal vivo, dove si dimostra tutta la qualità di questo primo lavoro: un progetto rigorosamente acustico che riesce a fondere sapori brasiliani, realtà poetiche, solarità, con intelligenza e delicatezza, solitamente difficili da  riscontrare negli album d’esordio.

Giovanni Del Giudice – chitarre e voci e fischi e strane armoniche | Daniele Galanti – pianoforte e cori | Riccardo Cardazzo – batteria | Alessandro Geri – contrabbasso | Simone Morgantini – flauto e sassofoni | Andrea Pellegrini – coro su Aria di crisi
Tommy Bianchi – synth su Estate e piano rodhes su Aria di crisi

Arrangiamento e produzione artistica
Daniele Galanti e Giovanni Del Giudice (eccetto Sognando arrangiata da Riccardo Cardazzo).
Produzione esecutiva Gianmaria Ciabattari.
Parole e musica Giovanni Del Giudice (eccetto Sognando, testo e musica di Don Backy
e Aria di crisi, musica di Giovanni Del Giudice e Guido Masi).

Il silenzio del mare
il primo giorno

autoprodotto, 2012 | indie, pop, roots
CREDITS:

Il primo giorno | canzone delle stelle | il silenzio del mare | la terra vista dalle nuvole | nuovo realismo | sognando (Don Backy) | le strade nuove | estate | il mondo sembra vero | aria di crisi

 

Francesca Messina

Francesca Messina

Francesca Messina scappa dallo showbizz , chiede asilo in un teatro e ci rimane per diverso tempo. Canta, suona, sogna di allevare chihuahua e vive a Firenze. Usa Indie-Eye per diffondere genuini talenti nostrani.