lunedì, Gennaio 18, 2021

Amari: Scimmie D’Amore

Amari - Scimmie D’AmoreC’è qualcosa di impossibile negli Amari e nelle loro canzoni. Ritmi spezzati, chitarre post-rock, groove disco-funk, ritornelli italo-pop, casse dritte e ancora rime hip-hop e synth electro. Come gli Amari riescano a far convivere in modo credibile tutto ciò (e spesso all’interno della stessa canzone) e, soprattutto, come tutto ciò riesca ad avere un appeal commerciale resta un po’ un mistero indecifrabile che rinnova la piacevole sorpresa ad ogni ascolto. Se del resto è facile immaginare che i tre componenti della band friulana abbiano avuto una lunga frequentazione di ascolti attenti e diversificati che ha formato il loro background musicale, d’altra parte ha dell’incredibile come riescano a perseguire l’obiettivo di farli suonare tutti insieme e allo stesso tempo, disegnando un suono capace di ritagliarsi un spazio di originalità anche rispetto al panorama internazionale. “Scimmie D’Amore” in questo senso compie un ulteriore passo in avanti rispetto al precedente “Grand Master Mogol”. Le tracce del nuovo album appaiono meno stratificate e più dirette, senza però rinunciare alla consueta ricchezza di arrangiamenti. A cominciare da “Le Gite Fuori Porta” e “Manager Nella Nebbia”, assalti electro-pop schietti e diretti, continuando con il mid-tempo di “Ice Albergo” (con tanto di coro di bambini!) e “Fiamme In Un Bicchiere” (brano dall’incedere dance a battuta bassa ricco di riverberi sintetici), tutte le canzoni di “Scimmie D’Amore” possono contare su una scrittura ispirata e melodie intense. Dariella è in stato di grazia e lo dimostra ampiamente nelle due ballate dell’album: “Trent’Anni Che Non Ci Vediamo” ha la stoffa del classico e la title-track ammicca (con ironia?) alla tradizione melodica italiana facendo venire in mente addirittura Lucio Dalla. Difficile prevedere se tutto ciò basterà una buona volta a consentire agli Amari la tanto sospirata (e meritata) consacrazione. Se i grossi network fossero capaci di una minima parte del coraggio dimostrato in questi anni dagli Amari probabilmente sì. Si vedrà. Di sicuro, se in tutto ciò c’è qualcosa di sbagliato… non è certo il pop della Riotmaker.

Sul profilo myspace della band è possibile ascoltare per intero “Scimmie D’Amore” in streaming e tenersi aggiornati sulle numerose date del tour promozionale.

Gigi Mutarelli
Contatta la redazione di indie-eye scrivendo a:info@indie-eye.it // per l'invio di comunicati stampa devi scrivere a cs@indie-eye.it // per l'invio di materiale promozionale puoi spedire a: INDIE-EYE | VIA DELLA QUERCIOLA N. 10 | 50141 | FIRENZE //

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SHOWREEL

i più visti

VIDEOCLIP

Il videoclip è un’opera d’arte. Il ministro Dario Franceschini corregge il decreto

Anche il videoclip potrà beneficiare del tax credit. Parola del ministro della cultura Dario Franceschini. C'è da sperare che muti anche una brutta attitudine culturale, quella che nel nostro paese troppo spesso assegna la paternità di un videoclip al solo musicista per confermare lo sbilanciamento dell'intera macchina promozionale. Questa macchina cita raramente autori, registi e creativi e ancora più raramente veicola linguaggi specifici che dovrebbero approfondire videografie, individuare tendenze, raccontare percorsi. Noi ci proviamo dal 2005.

Eleonora Betti – Quaranta Volte, il video di Filippo Biagianti

Eleonora Betti per il suo debutto si fa aiutare da un documentarista come Filippo Biagianti. "Quaranta Volte" è il primo videoclip della cantautrice toscana trapiantata a Roma ed il primo estratto dal suo debutto sulla lunga distanza

INDIE-EYE SU YOUTUBE

TOP NEWS

The Fall – Imperial Wax Solvent – il doppio vinile limitato esce ad ottobre

Imperial Wax Solvent è lo splendido album dei The Fall pubblicato nel 2008. Cherry Red lo ripubblica in doppio vinile, includendo la versione scartata dal mix conclusivo. Imperdibile

ECONTENT AWARD 2015