giovedì, Dicembre 1, 2022

Diaframma – Niente di Serio (Diaframma Records, 2012)

Ascoltare un brano recente dei Diaframma dà la misura di quanto Federico Fiumani, nel 2012, sia distante dalla propria incarnazione anni ’80. Lasciate da parte le pose da poeta maledetto, Federico è oggi un uomo guidato dalla dolorosa necessità di raccontarsi, di svelare la sua essenza più intima facendo a meno di artifici verbali. Un’urgenza di questo tipo, in effetti, mal sopporterebbe gli estetismi di stampo simbolista e le suggestioni mitteleuropee che avevano rapito il nostro agli esordi. Oggi più che mai la sincerità impone a Fiumani una prosa semplice, diretta, aderente alla realtà delle cose. Uno stile che permetta di descriversi nel quotidiano, senza imbarazzi (si veda al proposito anche l’autobiografia del 2007 Brindando coi Demoni). Uno stile secondo il quale alla frase “sogno nel cuore” fa necessariamente eco un ben più prosaico “sperma nell’occhio”. In Niente di Serio passano in rassegna le ormai note passioni ed ossessioni del Fiumani – un range eterogeneo che va dai Ramones al sesso anale – espresse attraverso una serie di vignette pop a tratti leggere e sbilenche, a tratti malinconiche. I cavalli di razza, in questo contesto, appartengono soprattutto alla seconda categoria. Basti come esempio la struggente Madre Superiora, con la sua figura di amica un po’ troia che (facile da prevedere) cela un’anima sensibile e ferita (“io vorrei bere il tuo dolore/semplificarti la vita, per ogni tuo dispiacere”). Oppure la solo apparentemente scanzonata title-track, che grazie ad un giro di accordi in maggiore ammanta un profondo senso di inadeguatezza (“niente di serio, è solo una ragazza che ride della paura per le droghe pesanti/è solo una ragazza che ride della paura per il sesso più estremo/e la sua risata coinvolge tutto quello che io sono stato/e la sua risata umilia tutto quello che mi ci ha portato/ma il mondo somiglia di certo più a lei che a me”), a cui segue la confessione più commuovente della carriera dell’artista fiorentino (“é la paura di volare, è l’abbandono dietro l’angolo/tu cosa vedi nel mio cuore? ho un po’ paura di mostrartelo, ma so che te lo mostrerò”). Se i testi trasportano l’ascoltatore in territori decisamente estranei ai gelidi esordi del nostro, l’elemento di continuità con il passato è ancora una volta quella straordinaria sei corde che ha contribuito a scrivere la storia della new wave italiana. Oggi come ai tempi di Tre Volte Lacrime, la chitarra di Federico stupisce con arpeggi cristallini, lavora sapientemente di cesello e rivela tutta la passione di un uomo cresciuto nel mito di Tom Verlaine e dei Television. La meditabonda Entropia, la raccolta di memorabilia punk rock Grande come l’Oceano (con un interludio strumentale che vale da solo l’acquisto dell’album) e la marziale Anime Morte ripropongono in maniera estremamente personale una lezione assimilata grazie all’ascolto compulsivo di Marquee Moon ed Adventure. Del resto il fuoco del punk non ha mai smesso di bruciare per il buon Fiumani, che a cinquant’anni suonati continua a prodursi gli album e a procacciarsi concerti in totale autonomia, dopo aver snobbato tanto le lusinghe del mainstream quanto la sufficienza dell’aristocrazia indie. E che talvolta si aggira ancora per Firenze, scuro in volto, con addosso la maglietta dei Clash. Per tutte queste ragioni Federico non può che ispirarci rispetto e simpatia. Ci auguriamo vivamente che lui e il suo “grande cazzo che s’indigna per le cose che non vanno” possano durare, duri, ancora a lungo.

[box title=”Diaframma – Niente di Serio” color=”#D46D00″]

Vivo così | Entropia | Absurdo metalvox | Madre superiora | Energia del rock | Niente di serio | Nilsson | Tempesta nel mio cuore | Carta carbone | Grande come l’oceano | Anime morte | Un orologio rotto [/box]

Federico Fragasso
Federico Fragasso
Federico Fragasso è giornalista free-lance, non-musicista, ascoltatore, spettatore, stratega obliquo, esegeta del rumore bianco

ARTICOLI SIMILI

GLOAM SESSION

spot_img

CINEMA UCRAINO

spot_img

INDIE-EYE SHOWREEL

spot_img

i più visti

VIDEOCLIP

INDIE-EYE SU YOUTUBE

spot_img

TOP NEWS

ECONTENT AWARD 2015

spot_img