venerdì, Maggio 31, 2024

Andrzej Korzynski – Tajemnica Enigmy “Secret Enigma – 1968-1981” – (Finders Keepers, 2012)

Finders Keepers mette mano al repertorio più raro di Andrzej Korzynski e recupera 22 tracce per lo più inedite, continuando l’operazione di riscoperta di uno dei compositori europei di musica per il cinema meno conosciuti e attivo tra gli anni 60 e gli anni 80, cominciata con la ristampa della colonna sonora originale e integrale di “Possession” scritta da Korzynski per l’omonimo film di Andrzej Zulawski, regista per il quale scriverà gran parte delle colonne sonore. Autore di difficile collocazione, Korzynski mette insieme con estrema disinvoltura influenze desunte dalla musica psichedelica, dal jazz, dalla composizione elettronica con impasti orchestrali che si riferiscono di volta in volta a quelle suggestioni che fanno parte del mondo sonoro di compositori a lui contemporanei; la tendenza a costruire dei piccoli gioiellini (anche per brevità) di sperimentazione e concisione “pop” ne fanno un autore molto diverso da tutti i morriconismi che attraversano la fine dei 60 e tutti gli anni ’70, il suono è quello della “Polish New Wave” di matrice “surrealista” di cui in qualche modo diventa uno specchio sonoro molto preciso nel trasformare l’esperienza sonora in un gioco continuo di rovesciamenti prospettici, di contaminazione tra “alto” e “basso” e di rilettura del patrimonio Jazzistico in un modo molto più visionario, fuori dagli standard e più vicino alla costruzione di strani paesaggi sonori, basta pensare al lavoro fatto per “The Devil” (Zulawski), ricognizione interiore e cinetica tra suoni e voci “perdute”. La raccolta Filnders Keepers include molti assaggi dal lavoro del compositore polacco fatto per il cinema di Zulawski e di  Andrzej Wajda, per il quale ha scritto numerose colonne sonore, più una serie di realizzazioni oscure legate al suo vasto repertorio di produzioni commissionate dalla televisione polacca. Il risultato è quello una raccolta ricchissima, inafferrabile che oltre a giustificare la collocazione di questa recensione più dalla parte della “sperimentazione apocrifa” che non nel luogo deputato su indie-eye alle colonne sonore,  passa dallo psych rock di Third Part of the Night alla Bossa Bacaloviana con la voce di Ewa Wanat, agli esperimenti di pop elettronico fatti per Possession, fino al bellissimo tema Orchestrale de “La Grabuge“, vera e propria sinfonia pop, esplosione sensoriale, minimalismo estremo, tutto insieme in tre minuti scarsi.

[box title=”Andrzej Korzynski – Tajemnica Enigmy “Secret Enigma – 1968-198″ – (Finders Keepers, 2012)” color=”#5C0820″]

Tracklist:

Trying To Catch A Fly | La Grabuge / Pop Theme | Agent No.1 | Possession / Opetanie Five | Saved From Oblivion | Tajemnica Enigmy | W Instyucie | W pustyni I W Pustynia | The Dziekanka Students Hostel Part II | Birchwood Landscape | Losy / Mid-Beat Theme | Third Part Of The Night Czołownica | Diabel | La Grabuge 2 / Orch Pop Theme | Rosa Rosa (With Arp Life) | Bossa Nova (With Ewa Wanat) | The Dziekanka Student’s Hostel 1 | Lapanka | La Grabuge 3 / Orchestral Theme | Losy 2 / Mid-Guitar Theme | Trying To Catch A Fly (Reprise) | Wszystko Na Sprzedaz Taniec [/box]

Stefano Bardetti
Stefano Bardetti
Stefano Bardetti, classe 1974, ascolta musica dai tempi appena precedenti al traumatico passaggio da Vinile a CD; non ha mai assimilato il colpo e per questo ne paga le conseguenze.

ARTICOLI SIMILI

GLOAM SESSION

spot_img

CINEMA UCRAINO

spot_img

INDIE-EYE SHOWREEL

spot_img

i più visti

VIDEOCLIP

INDIE-EYE SU YOUTUBE

spot_img

TOP NEWS

ECONTENT AWARD 2015

spot_img