Indie-eye – VIDEOCLIP – Testata Giornalistica di Musica & Immagini

Piccoli Fragilissimi film, un lavoro collettivo 

Di

Avevamo parlato di Piccoli Fragilissimi Film, nuovo progetto dell’Ex Scisma Paolo Benvegnù pubblicando il comunicato stampa ufficiale diffuso da Cyc Promotions e Audioglobe per promuovere il lavoro del cantautore milanese insieme ad un nuovo ensemble di musicisti accomunati dall’ombrello di Stout Music, l’etichetta di Alessandro Forniti sotto la quale è uscito l’album a fine febbraio.

Sono undici le tracce del disco, tutte di altissimo livello e intensità, composte a più mani insieme agli stretti collaboratori di Benvegnù, tra i quali spicca sicuramente l’aretino Massimo Fantoni, già fondatore storico degli Otto’P’notri insieme a Marco Parente e chitarrista dal grande talento, basta pensare alle sue collaborazioni con Andrea Chimenti, la GOA Band di Lele Marchitelli per il Pippo Chennedy Show, e molte altre connessioni illustri. Insieme a loro il piano eclettico e virtuoso di Fabrizio Orrigo, già tastierista degli Otto’P’notri; la batteria di Andrea Franchi e il Basso di Gionni dall’Orto. Preceduto dall’Ep “Cerchi nell’acqua” dove era già possibile ascoltare un anticipo del nuovo sound dei Benvegnù, “Piccoli fragilissimi film” supera tutti i confini del cantautorato del bel paese, per proporsi con una formula che allude ad una forma pop molto più ambiziosa, legata alla cura degli arrangiamenti e alla drammaticità del discorso narrativo.
Avremo modo di parlarne approfonditamente, ma quello che ci preme sottolineare in questa sede è la densità stessa di un progetto che è frutto dell’intreccio collaborativo tra alcuni dei musicisti più promettenti del nostro paese, tra i pochi che potrebbero svecchiare le abusate formule della nostra musica.
Album intimo e allo stesso tempo magniloquente nella sua forma orchestrale, “piccoli fragilissimi film” suona in questo modo grazie alla scrittura e gli arrangiamenti di Benvegnù, Fantoni, Orrigo e Franchi, che con l’aggiunta di Matteo Buzzanca e Matteo Anceschi in un solo brano, hanno contribuito alla resa complessiva di questo lavoro.

Del resto, lo stesso Benvegnù, dopo una pausa di riflessione piuttosto lunga che lo separava dall’esperienza con gli Scisma, ha ritrovato la passione per la musica grazie alle collaborazioni con Marco Parente e Otto’P’notri (da cui Fantoni e Orrigo provengono), per i quali aveva tra l’altro prodotto il secondo album intitolato “Senza pelle”.

La tracklist dell’album contiene i seguenti brani, come indicati dalla foto di copertina presente sul retro, che in questa splendida versione digipack, riporta tutti i credits dell’album:

 

1) Il male verticale – (di Paolo Benvegnù, Andrea Franchi, Matteo Buzzanca)

2) Cerchi nell’acqua (di Paolo Benvegnù, Andrea Franchi, Massimo Fantoni)

3) Io e te (di Paolo Benvegnù, Andrea Franchi, Gionni Dall’Orto, Matteo Anceschi)

4) Il sentimento delle cose (di Paolo Benvegnù, Andrea Franchi, Massimo Fantoni)

5) Fiamme (di Paolo Benvegnù, Andrea Franchi, Gionni dall’Orto)

6) Suggestionabili (di Paolo Benvegnù, Massimo Fantoni, Andrea Franchi)

7) Brucio (di Paolo Benvegnù, Andrea Franchi, Fabrizio Orrigo)

8) È solo un sogno (di Paolo Benvegnù, Andrea Franchi, Grandi )

9) Only For you (di Paolo Benvegnù e Andrea Franchi)

10)  Quando passa lei (di Paolo Benvegnù, Andrea Franchi, Gionni dall’Orto)

11) Catherine (di Paolo Benvegnù, Andrea Franchi, Fabrizio Orrigo, Massimo Fantoni)

piccoli-fragilissimi_film-credits