domenica, Luglio 14, 2024

Erased Tapes

erasedtapes.jpgLa erased tapes records ha una sorta di teaser slogan che accompagna le sue nuove release, Capturing Giants of Cinematic Sound; il che denuncia le caratteristiche (quasi del tutto) strumentali delle prime release dell’etichetta Londinese. Tra gli artisti presenti nel roster, tutti di imminente uscita, la prima cosa che siamo riusciti ad ascoltare è il sette pollici di debutto dei Codes in the clouds, che per una politica dell’etichetta sempre più diffusa, verrà distribuito in versione vinilica con un codice apposito per ottenerne una versione digitale. Niente di particolarmente innovativo; shoegaze di pieni e vuoti tutto sommato aderente a tutti gli elementi retorici del genere, tremolo e melodramma compreso. Più interessanti, almeno ad un ascolto distratto, l’islandese Olafur Arnalds, tra Joe Hisaishi e un appeal Rachel’s di superficie, forse un po’ stucchevole, e gli inglesi The British Expeditionary Force, abbastanza vitali nonostante qualche filiazione Anticon e l’occupazione di quell’interregno tra elettronica e corpi estranei nella linea che proviene dagli Hood fino al loro superamento; da tenere comunque d’occhio.

Redazione IE
Redazione IE
Per contattare la redazione di Indie-eye scrivi a info@indie-eye.it || per l'invio di comunicati stampa devi scrivere a cs@indie-eye.it

ARTICOLI SIMILI

GLOAM SESSION

spot_img

CINEMA UCRAINO

spot_img

INDIE-EYE SHOWREEL

spot_img

i più visti

VIDEOCLIP

INDIE-EYE SU YOUTUBE

spot_img

TOP NEWS

ECONTENT AWARD 2015

spot_img