Indie-eye – VIDEOCLIP – Storia e Critica dei Video Musicali

liveCASTour, cinque video prodotti e ideati in esclusiva da indie-eye.it per Beatrice Antolini per promuovere il suo nuovo album e programmati a staffetta su Myspace Italia, Kataweb musica, Rockit.it, IndieMusic Blogosfere, MusicZone/Giovani.it, Qoob TV, MTV.It, per il primo live virale mai realizzato in Italia. liveCASTour ha coinvolto in tre differenti edizioni, oltre a Beatrice Antolini anche Paolo Benvegnù e i Kiddycar. liveCASTour è una produzione indie-eye.it. 

Di

 Coca Cola Shirley Cannonball su Indie-eye.it conclude il liveCAST tour dedicato a Beatrice Antolini, un esperimento di comunicazione virale sicuramente nuovo per l’impatto di tipo promozionale che è capace di scatenare in rete ma anche per la proposta di contenuti di qualità, aspetto assolutamente centrale. liveCAST tour è ideato a partire da un format originale registrato da www.livecastour.it di Michele Faggi, Donato Masci e Nicola Torpei che ha coinvolto in modo centrifugo alcuni tra i più importanti portali italiani:

Myspace Italia, Kataweb musica, Rockit.it, IndieMusic Blogosfere, MusicZone/Giovani.it, Qoob TV, MTV.It hanno ospitato una clip video ciascuno, ricavata dalla registrazione di un concerto di Beatrice Antolini registrato il 6-10-2008 a prato presso Villa Scarfantoni. liveCAST proseguirà con altre sorprese, una delle quali di prossima diffusione. Lo staff di IE ringrazia Beatrice Antolini, la sua band e Paolo Naselli Flores di Urtovox per aver creduto nel progetto, Trydog Lab e Patrizio Gioffredi per il sostegno tecnico, Aldo Trombacco per lo spazio di Villa Scarfantoni, Claudio Borganti per il suo lavoro con Audiodinamica, e tutte le persone che hanno contribuito alla realizzazione delle 8 clip video. Da oggi  L’intero liveCAST dedicato a Beatrice Antolini è visibile ad ottima qualità sul canale iTunes di Indie-eye da questa parte, in una versione compatibile anche con i nuovi iPhone. La clip di Coca Cola Shirley Cannonbal è disponibile su una serie di “libere” directories, ed è visibile qui sotto; un ringraziamento particolare a Fabrizio Orrigo per la sua partecipazione come Man In The Room.