giovedì, Agosto 11, 2022

Moustache Prawn – Biscuits (Piccola Bottega Popolare, 2012)

Aver vent’anni e dimostrarli soltanto sulla carta d’identità. Sì perché i Moustache Prawn, vincitori di Italia Wave Puglia, trasudano una creatività coesa, fresca e istintiva che in genere appartiene alle realtà più navigate. Già con il loro brano Crucus, presente in diverse compilation, lasciavano intuire le grosse potenzialità del trio di Fasano e oggi, con il tanto atteso esordio discografico, confermano a pieni voti tutte le aspettative riposte sui ragazzi. L’aria che si respira in Biscuits è una dolce ventata anglosassone di brit pop accarezzata da mielate sfumature rockeggianti. Nelle undici incisioni che lo compongono, si passa, dolcemente e senza strattoni, da visioni acustiche sbarazzine (Pullover, A Lucky Charm e Nail Hand Wrist), a frangenti più abrasivi e rumorosi (Crucus, Mixer e How To Grow Up Moustache?), in cui non è difficile cogliere le diverse attinenze con altrettante realtà internazionali: i ritmi aggraziati e distensivi a mo’ di Arcade Fire, le vibrazioni di stampo Libertines e la scioltezza degli Strokes, è il potpourri che meglio condensa lo spirito di questo disco. Seppur si appoggi poderosamente sulla ricerca di una vicinanza con sonorità già viste e sentite, il campionario di suoni che ci viene offerto, è senza dubbio pregevole e arrangiato in modo impeccabile. Il sound, infatti, è dettagliato nel suo respiro internazione e sa scorrere via sinuoso e grintoso allo stesso tempo, propinando stacchi e ripartenze di grande presa e fattura. Non è difficile credere che questo album sia frutto di un attento e concreto progetto, uno sguardo lungimirante al quale davvero non manca nulla, se non un pizzico di originalità in più. Perfetti ed leganti quanto la scelta affascinante di affidare l’art work a Eleonora “ETA” Liparoti, la quale riesce a donare, anche visivamente, uno splendore ad un full lenght che davvero non può chiedere di più. I Moustache Prawn fanno centro al primo appuntamento e si mostrano come una delle più promettenti band dell’underground italiano. Bravi.

[box title=”Moustache Prawn – Biscuits  (Piccola Bottega Popolare, 2012)” color=”#5C0820″]
 Mustache Prawn su myspace
Tracklist:

Oil | Crucus |  Penguins Or Igloo | Mixer | Never Think So Long | Pullover | A Lucky Charm | Aeroplane | I’m Trying | How To Grow Up Moustache? | Nail Hand Wrist [/box]

Paolo Pavone
Paolo Pavone
Paolo Pavone Vive, nasce, e cresce fra le risaie del nord italia, salvo una lunga parentesi nel regno unito. Torna per occuparsi, di giorno dell' arte e del design e di notte di musica e scrittura.

ARTICOLI SIMILI

CINEMA UCRAINO

spot_img

INDIE-EYE SHOWREEL

spot_img

i più visti

VIDEOCLIP

INDIE-EYE SU YOUTUBE

spot_img

TOP NEWS

ECONTENT AWARD 2015

spot_img