giovedì, Novembre 30, 2023

Trans Vz – Progress-Regress (To Lose La Track, 2010)

Sembrava che niente potesse crescere nella sonnolente Umbria, nemmeno l’erba sulla cima del Subasio. E invece, grazie all’attività della piccola etichetta di Umbertide To Lose La Track una  nuova scena regionale sta lentamente emergendo e – ci auguriamo – otterrà presto lo spazio che si merita. Dopo i Tiger! Shit! Tiger! Tiger! da Foligno ecco affacciarsi alla ribalta i Trans Vz da Terni. Attivi dal 2004, nascono come duo indie/folk ma allargano ben presto il loro organico a power trio e si dedicano all’esplorazione di panorami sonori ben più sanguigni. Una mossa riuscita, almeno a giudicare da questa opera prima (che arriva dopo due EP autoprodotti). Fin dall’iniziale Jimmy (the Jukebox) appare chiaro che i brani contenuti in questo “Progress/Regress” sono delle vere bombe. Un rock che guarda alla scena indipendente americana a cavallo tra gli ottanta e i novanta, in cui non mancano spunti prettamente post-punk. Energia da vendere e ritmi serratissimi, nessuna velleità concettuale, molto sangue e sudore. Una vocalità sopra le righe debitrice dei Fugazi, tanta attenzione verso le dinamiche e gli intrecci strumentali che a tratti (Headache For Dinner, Regress) arrivano a ricordare i Minutemen, altrove raccolgono l’eredità dei Violent Femmes (le intro di Old Mountain Man e Regress, la finale I’ve Lost My Horse in Ohio). Il tutto condito da un superbo senso della melodia, che avvicina in più di un’occasione la musica del gruppo al pop angolare degli XTC. Un ottimo prodotto che probabilmente troverà nella dimensione dal vivo la sua declinazione più appropriata.

Trans Vz su myspace

Federico Fragasso
Federico Fragasso
Federico Fragasso è giornalista free-lance, non-musicista, ascoltatore, spettatore, stratega obliquo, esegeta del rumore bianco

ARTICOLI SIMILI

GLOAM SESSION

spot_img

CINEMA UCRAINO

spot_img

INDIE-EYE SHOWREEL

spot_img

i più visti

VIDEOCLIP

INDIE-EYE SU YOUTUBE

spot_img

TOP NEWS

ECONTENT AWARD 2015

spot_img