Indie-eye – VIDEOCLIP – Storia e Critica dei Video Musicali

È uscito da poche ore il video di "what if...?" di Teho Teardo & Blixa Bargeld, occasione per parlare approfonditamente di Still Smiling, il loro album uscito pochi mesi fa per Specula Records, e per recuperare un percorso audiovisivo che ci ha consentito di incontrare i due artisti più di una volta.  

Di

Racconta Giampiero Reverberi che, recatosi in Germania per lavoro, capitò un giorno in un ristorante di Monaco dove suonavano i dischi di De André, autore molto amato dalla proprietaria. Stupito, Reverberi fece notare alla signora (tedesca e non avvezza alla lingua Italiana) che in patria il cantautore era apprezzato soprattutto per i testi. Al che lei rispose: Con quella voce potrebbe cantare anche l’elenco del telefono”. A parere del sottoscritto, la teutonica ugola di Blixa Bargeld ha sempre dimostrato la medesima potenzialità ultra-linguistica. Pur riconoscendo al nostro i meriti relativi al suo coinvolgimento con gli Einstürzende Neubauten – di cui è stato mente, frontman, rumorista e raffinato paroliere per oltre trent’anni – ho sempre individuato nella versatilità della sua voce la risorsa che, in primis, lo rende un artista fuori del comune. Negli ultimi anni, l’iniziativa Rede/speech (guarda la video intervista) ha conferito a tale mezzo espressivo lo spazio che meritava, ma è solo grazie alla recente collaborazione con Teho Teardo (che conclude un discorso cominciato con la pièce teatrale Ingiuria (guarda la video intervista) e proseguito con la colonna sonora di Una Vita Tranquilla) che Blixa finalmente risplende per quello che è. Vale a dire, un cantante eccezionalmente dotato. La musica di Still Smiling è in effetti farina del sacco di Teardo (benché brani come Axolotl, Buntmetalldiebe o Nocturnalie non avrebbero sfigurato su Silence is Sexy), che suona quasi tutti gli strumenti, cura gli arrangiamenti e si occupa della produzione, secondo un modus operandi più affine alla canzone d’autore anni ’60 che al moderno indie rock. Progettando su misura l’architettura sonora entro cui muoversi, il musicista Italiano lascia Bargeld libero di concentrarsi sulle melodie vocali, sugli accenti, le cadenze, sui dettagli e sulle sfumature, secondo una prospettiva inedita e quasi da “interprete”. Il risultato è una raccolta di raffinati lieder elettronici, che sembrano fornire una rilettura della classica forma-canzone secondo i parametri dell’era post-industriale. Mi Scusi, Come up and See Me, Still Smiling e A Quiet Life sono ballate che ben sposano l’estro di Blixa con un suono cinematografico a base d’archi, lo stesso a cui Teardo ci ha abituati grazie alle sue numerose colonne sonore. What If prosegue sugli stessi binari, dando però maggiore enfasi alla ritmica. Il divertissement Alone with the Moon sembra quasi un omaggio alle hits di Luis Armstrong, mentre l’impalpabile Defenestrazioni chiude sontuosamente l’album, abbandonando l’ascoltatore ad una sorta di stupore etereo. Per inciso, Blixa qui canta anche in Italiano, e già questo meriterebbe una menzione d’onore. Chapeau.

È uscito da poche ore il nuovo videoclip di Teho Teardo e Blixa Bargeld,  il brano è tratto dall’album “Still Smiling” uscito lo scorso 22 aprile per Spècula Records. Terzo videoclip per la coppia,  girato a New York, tra Manhattan e Brooklyn, da Michele Baggio ed Enrico Zanetti che si sono ispirati alla poetica del brano e all’opera di Bansky. Il brano – dichiarano i due registi – nasconde infiniti dettagli, ogni volta svela qualcosa di nuovo. Allo stesso modo il video, senza troppo descrivere e commentare, cerca, con la medesima poetica della canzone, di svelare man mano dettagli nascosti.

Teho Teardo & Blixa Bargeld
still smiling

specula, 2013 | experimental, post-industrial lieder, soundtracks
CREDITS:

Mi Scusi | Come up and See Me | Axolotl | Buntmetalldiebe | Still Smiling | Nocturnalie | Alone with the Moon | What If | Konjunktiv II | Nur Zur Erinnerung | A Quite Life | Defenestrazioni

 

Federico Fragasso

Federico Fragasso

Federico Fragasso è giornalista free-lance, non-musicista, ascoltatore, spettatore, stratega obliquo, esegeta del rumore bianco