venerdì, Dicembre 9, 2022

Flora Strocchia

Flora scrive, è traduttrice, ascolta molta musica e non si perde un concerto.

Mudhoney, 25 anni in cento minuti per l’unica data italiana al Viper di Firenze

Firenze come Seattle '90, memorabile concerto dei Mudhoney

Carol Kleyn – Takin’ the time (Drag City, 2012)

kleynCarol Kleyn potrebbe essere la Penny Lane di Cameron Crowe? Drag City recupera l'album di questa oscura arpista attiva tra i sessanta e i settanta e Flora Strocchia ne traccia il percorso umano e artistico...

Alasdair Roberts & Friends – A Wonder Working Stone

Per il suo ultimo lavoro, lo scozzese Alasdair Roberts ha scelto di attingere dal mare pescoso della tradizione folk celtica; la recensione di A Wonder Working Stone...

Fuochi di Paglia – Del carciofo e di altre storie (Fuochi di Paglia – Labella, 2012)

Fuochi Di Paglia, Del Carciofo e di altre storie è uscito da qualche mese, ma Flora Strocchia lo trova così interessante da averne sviscerata tutta l'anima sognante, giocherellona e demenziale; la recensione...

Godspeed You! Black Emperor – Alleluja! Don’t Bend! Ascend! (Constellation, 2012)

Per Flora Strocchia questo dei Godspeed You! Black Emperor è un fondamentale ritorno, anche in termini politici, Alleluja! Don't Bend! Ascend! il racconto di un ascolto...

Richie Sambora – Aftermath Of the Lowdown (Aggressive Music, 2012)

Facciamo un test: se qualcuno vi dice "MTV Unplugged", quale band vi viene in mente per prima? Personalmente - e credo la mia sia un'associazione di idee diffusa - i Nirvana. Mi viene in mente Kurt Cobain seduto sullo sgabello con indosso il suo cardigan verde salvia e la chioma bionda illuminata dai riflettori dello studio televisivo. In un secondo momento, poi, mi vengono in mente altre immagini: Alice in Chains, Kiss, Pearl Jam. Tutti con le chitarre acustiche sulle gambe. Bene. Se anche voi avete subito pensato ad almeno una di queste band, forse sarete sorpresi nell’apprendere che l'ispiratore della serie tv di concerti più famosa al mondo risponde al nome di Richie Sambora. Provate a cercare il video degli MTV Video Music Awards del 1989 in cui Sambora e Jon Bon Jovi suonano in chiave acustica Livin' On a Prayer: quello è stato il momento d'ispirazione per gli autori della serie Unplugged...

Cranchi Band – Volevamo uccidere il re: la recensione

I testi di queste otto nuove canzoni della Cranchi Band sono legate l’un l’altra da un unico nuovo filo, anzi una corda, ruvida e dura, è quella che intreccia la rete dell’anarchia; la recensione di Volevamo uccidere il re

Cranchi Band – Caramelle cinesi (Autoproduzione, 2011)

È sempre bello stupirsi della scoperta casuale di piccole gemme musicali italiane. Massimiliano Cranchi, voce e chitarra della Cranchi Band, ha una forte predisposizione alla scrittura poetica, alla narrazione e all’arte di trovare ricchezza nella semplicità, la recensione di Caramelle Cinesi scritta da Flora Strocchia...

Flora Strocchia

Flora scrive, è traduttrice, ascolta molta musica e non si perde un concerto.