Indie-eye – VIDEOCLIP – Storia e Critica dei Video Musicali

8 Novembre, 2012
Twoas4 – Audrey In Pain English (Autoproduzione – 2012)

Di

I grossetani Twoas4Oscar Corsetti, voce, chitarra e basso e Alan Schiaretti, batteria e tastiere – dopo quasi due anni di lavoro, esordiscono con Audrey In Pain English, lavoro complesso, il cui cd è accompagnato da un packaging particolarmente curato e da un booklet talmente ricco, da essere, forse volutamente, labirintico: all’interno troviamo un breve racconto, fotografie e ritratti in carboncino, opera di Corsetti. Le immagini e le parole contenute nel libretto sono complementari alla musica, ne compenetrano la visione: fenomenologia di un discorso amoroso, delle pieghe che può prendere, dei sentieri che inevitabilmente imboccherà. I punti di riferimento più evidenti sono il noise, dalle parti dei Sonic Youth, immerso in un mood oscuro di matrice post-punk (da tenere in considerazione le sovraincisioni di bassi e di alcune voci per mano di Paolo Mauri, già collaboratore di Afterhours, Le luci della centrale elettrica, Massimo Volume) con intromissioni recitative di voci sia maschili sia femminili. Not For Fun e Meds, più scorbutica, sembrano uscite da Daydream Nation. Light One, Le Nuvole di Quinz, If I Had Know e So Captured, sorrette da efficaci linee di basso, sono cavalcate che possono ricordare i Placebo, piuttosto che l’impatto emotivo di molta New Wave. Simplicity, con pianoforte e intreccio di voci, lambisce una troppo dozzinale idea di Goth, facendo calare la tensione (e l’attenzione). Amazing Lie è, in questo senso, a metà del guado, alleggerendosi ma non troppo. La voce recitante di Luminita Ilie su The Big Joke può apparire financo straniante, nella sua pedanteria, ma l’insieme è efficacemente crudele e il finale giustamente catartico. Ci sono margini di miglioramento – il cantato non sempre s’inserisce fluidamente nel tessuto musicale; la carne al fuoco, a volte, è eccessiva, a discapito delle emozioni- ma sono la ricerca di genuinità, l’ansia di comunicare, a condurre a questo. Nel complesso, i Twoas4, riescono a indicare, per dirla con Emidio Clementi, “I punti dove la vita ristagna”.

Twoas4 in rete

Tracklist:

Intro | Not For Fun | Light One | Meds | Le Nuvole Di Quinz | If I Had Now | Simplicity | Amazing Lie | So Captured | The Big Joke

 

Jacopo Golisano

Jacopo Golisano

Jacopo Golisano, classe 1986. Studia Filosofia e consegue la laurea triennale con una tesi su Alexis de Tocqueville. Diventa pubblicista. Appassionato di cinema, musica, letteratura, sempre alla ricerca di nuovi stimoli.