Indie-eye – VIDEOCLIP – Storia e Critica dei Video Musicali
Di

Frankie Nasso, la cui carriera ha origini lontane come attore bambino in note produzioni Hollywoodiane, ha diretto più di 60 video ed è uno dei videasti più accreditati per quanto riguarda un approccio lineare, super dopato, funzionale a quel linguaggio legato alla filosofia visiva di molte major, per cui il tempo non sembra mai passato. L’ultimo video prodotto in termini di tempo dall’autore Americano è questo “Gloryhole” per gli Steel Panther. In linea con l’immaginario lurido della metalband e a metà tra i Motley Crue e i Kiss di Lick It Up, Gloryhole è un campionario di nefandezze porno neanche tanto allusive; ambientato in un cesso finto quanto un set iperrealista, procede tra cazzi finti, grandi docce spermatiche, fori gloriosi e volgarità a go-go. In fondo una revisione più pecoreccia di quell’estetica dei corpi (lavaggi auto inclusi) che era tipica e diffusissima in alcuni video s-culturali degli anni ’80. La tristezza di quel maschilismo per le masse che ha attraversato tutta la storia del rock, feste della birra incluse, è assolutamente intatta, wow.