venerdì, Giugno 21, 2024

It’s a musical – For Years And Years (Morr Music, 2012)

Lei è Ella Blixt, svedese, è intestataria del progetto Bobby Baby ed è collaboratrice del compositore F.S.Blumm nel tautologico progetto Bobby & Blumm, nonché, curiosità, animatrice di un “campeggio rock” per ragazzine.  Lui è Robert Kretzschmar, tedesco, è spesso attivo come turnista (con Marsha Qrella ad esempio). Insieme sono gli It’s a musical e questo è il loro secondo lavoro, anche stavolta pubblicato per la berlinese Morr Music, loro etichetta d’elezione. Di questa sintetizzano ed incarnano perfettamente il volto attuale, quello della sua seconda vita, assunto dopo il progressivo declino (o più che altro dell’assorbimento in ogni sorta di altro genere) di quell’indietronica che ne aveva decretato i primi fasti e della quale Tomas Morr fu tra i principali teorici. Quindi: pop da luna park per trentenni nostalgici, malati d’infanzia e di ricordi, in piena sindrome di Peter Pan. Qui la declinazione di questo particolare suono, subito riconoscibile, e che grossomodo va dai Múm (foto intervistati, qui su indie-eye.it) ai Seabear (anche loro, in un intervista qui su indie-eye.it) passando per Populous ed FM Belfast, è quella di un easy listening indie, giocattoloso, colorato a matita, sempre col sorriso sulle labbra, dai toni perennemente alti. Una gioia contenibile che non riesce mai a togliersi di dosso, però, un velo di sottile malinconia (Ljubljana, Peace and trees o The team that never wins). Rispetto all’esordio di qualche anno fa, The music makes me sick, il suono del progetto si è fatto un po’ più compatto. I brani sono più brevi e sovente sostenuti da tastierine vintage e ritmini sintetici. Nondimeno, il parco strumenti è ampio e, di quando in quando, appaiono anche batterie, pianoforti, chitarre, organi, xilofoni e quant’altro, sempre suonati e registrati in solitaria dai due. C’è un ché di già udito mille volte che fa assumere a queste canzoncine lievissime, sbarazzine, un’aria familiare, rassicurante, che intenerisce per quell’ingenuità tutta nordica che fa il paio con un’invece scafatissima furbizia. Giacché i due sanno come costruire ganci melodici a presa rapida, intonati sempre all’unisono, con l’uso di due accordi due (For years and years); saltellando fra Stereolab, Bow Wow Wow, e Vaselines (in Fish song, per dirne una, ma sostanzialmente anche in tutto il resto) o tra i vari compagni d’etichetta, sfiorando anche qualche nota dei Notwist di Shrink, senza fermarsi poi, davvero, da nessuna parte. Gli It’s a musical ti calano in un pomeriggio di Giugno eterno, in cui hai sempre quindici anni, sei sempre in bicicletta e sei sempre innamorato di qualcuno che non esiste ancora. Un’esperienza dolcissima, si, ma anche sfiancante, alla lunga.

[box title=”It’s a musical – For Years And Years” color=”#5C0820″]

It’s a musical in rete

it’s a musical su bandcamp

Tracklist
For Years And Years | As Soon As I | The Nap | Pointback | Peace And Trees | The Team That Never Wins | Fish Song | Ljubljana | Pictures | One Million People | The Dream | Bring It On [/box]

Alessio Bosco
Alessio Bosco
Alessio Bosco - Suona, studia storia dell'arte, scrive di musica e cinema.

ARTICOLI SIMILI

GLOAM SESSION

spot_img

CINEMA UCRAINO

spot_img

INDIE-EYE SHOWREEL

spot_img

i più visti

VIDEOCLIP

INDIE-EYE SU YOUTUBE

spot_img

TOP NEWS

ECONTENT AWARD 2015

spot_img