lunedì, Maggio 23, 2022

Ca’ Foscari Short Film Festival 2022: dal 4 al 7 maggio a Venezia

Dodicesima edizione per il Ca' Foscari Short Film Festival. La più importante e longeva manifestazione dedicata al cinema breve che si produce nelle scuole di cinema di tutto il mondo, organizzata e sviluppata dagli studenti dell'ateneo Veneziano dietro la direzione artistica di Maria Roberta Novielli, torna con 30 corti da tutto il mondo, masterclass da non perdere, programmi collaterali e ospiti di altissimo livello tra cui Shin’ya Tsukamoto, Yukiko Mishima, Peter Lord, Luca Bigazzi. La formula è quella diffusa che coinvolge 5 location della città, oltre allo storico Auditorium Santa Margherita. Tutti i dettagli e i link di prenotazione per gli eventi, rigorosamente gratuiti.

Pre-apertura di grande qualità quella che introduce la dodicesima edizione del Ca’ Foscari Short Film Festival, il primo e il più importante tra quelli interamente concepiti per la gestione, l’organizzazione e lo sviluppo da parte di studenti universitari. Dietro l’attenta direzione artistica di Maria Roberta Novielli, la manifestazione competitiva dedicata al cinema corto proveniente dalle scuole di tutto il mondo, sarà inaugurata da un evento di pre-apertura in programma il prossimo 3 maggio all’Auditorium Santa Margherita di Venezia.

Due grandi autori del cinema giapponese contemporaneo, saranno celebrati con alcune delle loro opere. Il primo è Shin’ya Tsukamoto, regista di culto, che durante il festival presenterà il suo nuovo romanzo, l’adattamento letterario di uno dei suoi capolavori, quello che in modo estremo indaga dinamiche e inaspettate derive del desiderio: A Snake of June. Il film invece sarà proiettato proprio all’evento di pre-apertura, insieme a due opere della regista Yukiko Mishima, nome più recente della cinematografia giapponese. Attiva dal 2009, è tra le voci femminili più interessanti; del suo cinema sarà proposto Shape of Red, il suo lungometraggio più recente, uscito nel 2020 e tratto da “Red”, il romanzo dello scrittore giapponese Shimamoto Rio, pubblicato sei anni prima.

Shinya Tsukamoto arriva al Paramount Pictures present per la premiere Losangelina di “Silence” presso il Directors Guild of America a Los Angeles, CA il 5 gennaio 2017 (foto di Alex J. Berliner / ABImages) – Fornita da Ufficio Stampa Ca’ Foscari Short Film Festival – presskit 2022 – (Studio Morabito)

Shin’ya Tsukamoto e Yukiko Mishima, saranno nuovamente affrontati il 18 di maggio presso la Casa Del Cinema di Venezia, il primo con la proiezione della versione restaurata di Hiruko The Goblin, film diretto dal regista giapponese nel 1991 e ispirato al manga di Daijiro Morohoshi, la seconda con la programmazione di Dear Etranger, film uscito nel 2017 e tratto dall’omonimo romanzo di Shigematsu Kiyoshi. Sempre di Yukiko Mishima, nel corso del festival, sarà presentato uno dei suoi corti, “Ode to Joy“, in programma il 5 maggio.

Tra gli ospiti del festival anche il grande Peter Lord, autore e animatore britannico, fondatore della storica Aardman Animations e maestro della clay animation affrontata con tecniche stop-motion. Tra le creature inventate insieme al suo team, ci sono i pennuti di Galline in Fuga, Wallace & Gromit, le straordinarie interviste zoofile di Creature Comforts, le animazioni di Sledgehammer, il videoclip diretto dal sodale di Peter Gabriel, Stephen R. Johnson. Lord racconterà la sua arte e la sua esperienza in una masterclass, intervistato sul palco da Davide Giurlando, esperto e studioso di cinema d’animazione. Ricordiamo che della Aardman, il festival presenterà un bel programma speciale costituito da 13 corti d’animazione prodotti dalla nota casa di produzione, incluso il recente “Un pettirosso di nome Patty“, candidato agli Oscar. Sempre in ambito cinema d’animazione, è in programma anche la masterclass di Barry J.C Purves, straordinario artista stop-motion, che racconterà a Davide Giurlando e agli spettatori dell’Auditorium i trucchi di un mestiere affascinante e difficile.

Peter Lord, foto fornita da Ufficio Stampa Ca’ Foscari Short Film Festival (Studio Morabito)

Sarà invece Robin Andriolo a intervistare Luca Bigazzi, nella formula masterclass collaudatissima dal festival, dove uno dei più grandi direttori della fotografia, ripercorrerà la sua carriera, raccontando aneddoti e aspetti tecnici della sua arte. La già citata Yukiko Mishima, sarà ospite del festival anche per il “format” masterclass, introdotto in questo caso dalla direttrice artistica Maria Roberta Novielli.

Tsukamoto invece sarà intervistato da Francesco Vitucci, traduttore del romanzo “A Snake of June” pubblicato da Marsilio, in seno all’evento di presentazione del libro.

Il cuore del festival, rappresentato dal concorso internazionale, è costituito da 30 opere corte provenienti da importanti scuole di cinema e università a livello globale, con 27 paesi rappresentati. Tra questi è presente anche l’Ucraina, con un corto diretto da Andriana Yarmonova e prodotto nell’ambito della Kyiv National I. K. Karpenko-Kary Theatre, Cinema and Television University, una delle istituzioni più antiche nel suo genere, con quasi 120 anni di attività alle spalle.

Yukiko Mishima – foto fornita da Ufficio Stampa Ca’ Foscari Short Film Festival – presskit 2022 – (Studio Morabito)

Tutte le opere saranno giudicate da una giuria di qualità, costituita quest’anno dalla regista francese Colin Serreau, dal documentarista e docente di regia Francesco Montagner, da Marina Mottin, esperta di cinematografie dell’Africa, dell’Asia e dell’America Latina. I premi assegnati sono quelli per il Miglior film, la Menzione speciale Museo Nazionale del Cinema, la Menzione speciale WeShort, destinata all’opera che offre la migliore sperimentazione nei linguaggi cinematografici.

Numerosi i programmi speciali anche per l’edizione 2022, segnaliamo in particolare le belle incursioni sul cinema delle origini curate da Carlo Montanaro, che con “Il corpo svelato” quest’anno racconterà i primi “nudi” della Storia del Cinema; la sezione di Videoarte curata da Elisabetta Di Sopra chiamata “Lo sguardo sospeso“, appuntamento imperdibile, perché quest’anno presenterà proprio le sue stesse opere realizzate tra il 2010 e il 2021, storie minime che indagano corpi, gesti e cicatrici; sempre videoarte nel programma di Corinne Mazzoli e della ricercatrice Alma Elena Cardoso, dedicato alla videoarte messicana, con le opere realizzate dagli studenti dell’Universidad Iberoamericana en Puebla; sesto appuntamento consecutivo con la videomusica grazie al concorso collaterale Levi Music Video International Competition, organizzato in collaborazione con la Fondazione Ugo e Olga Levi, dove si selezionano opere videomusicali realizzate nelle scuole di tutto il mondo, grazie al lavoro di curatela di Roberto Calabretto, presidente della fondazione, del produttore e regista Giovanni Bedeschi e dei compositori Marco Fedalto e Daniele Furlati.

Ricordiamo che il Ca’ Foscari Short Film Festival sarà programmato in modalità diffusa, ovvero attraverso cinque location veneziane che si aggiungono a quella storica dell’Auditorium Santa Margherita. Queste sono: la Fondazione Ugo e Olga Levi, la Fondazione Querini Stampalia, il Museo d’Arte OrientaleCa’ Pesaro, la Fondazione Bevilacqua La Masae, la Casa del Cinema di Venezia.

Parte dei lavori e degli eventi del Ca’ Foscari Short, oltre a contributi di approfondimento realizzati nel corso del festival, popoleranno il canale youtube ufficiale del festival.

L’accesso al festival sarà possibile sempre in forma gratuita, ma con prenotazione obbligatoria.

Il programma, con i link alle slot prenotabili, si trova su questa pagina del sito ufficiale.

Redazione IE Cinema
Redazione IE Cinema
Per contattare la redazione di Indie-eye scrivi a info@indie-eye.it Oppure vieni a trovarci attraverso questi profili: Indie-eye Pagina su Facebook | Indie-eye su Twitter | Indie-eye su Youtube | Indie-eye su Vimeo

ARTICOLI SIMILI

Voto

IN SINTESI

Dodicesima edizione per il Ca' Foscari Short Film Festival. La più importante e longeva manifestazione dedicata al cinema breve che si produce nelle scuole di cinema di tutto il mondo, organizzata e sviluppata dagli studenti dell'ateneo Veneziano dietro la direzione artistica di Maria Roberta Novielli, torna con 30 corti da tutto il mondo, masterclass da non perdere, programmi collaterali e ospiti di altissimo livello tra cui Shin’ya Tsukamoto, Yukiko Mishima, Peter Lord, Luca Bigazzi. La formula è quella diffusa che coinvolge 5 location della città, oltre allo storico Auditorium Santa Margherita. Tutti i dettagli e i link di prenotazione per gli eventi, rigorosamente gratuiti.

CINEMA UCRAINO

Cinema Ucrainospot_img

INDIE-EYE SU YOUTUBE

Indie-eye Su Youtubespot_img

FESTIVAL

ECONTENT AWARD 2015

spot_img
Dodicesima edizione per il Ca' Foscari Short Film Festival. La più importante e longeva manifestazione dedicata al cinema breve che si produce nelle scuole di cinema di tutto il mondo, organizzata e sviluppata dagli studenti dell'ateneo Veneziano dietro la direzione artistica di Maria Roberta Novielli, torna con 30 corti da tutto il mondo, masterclass da non perdere, programmi collaterali e ospiti di altissimo livello tra cui Shin’ya Tsukamoto, Yukiko Mishima, Peter Lord, Luca Bigazzi. La formula è quella diffusa che coinvolge 5 location della città, oltre allo storico Auditorium Santa Margherita. Tutti i dettagli e i link di prenotazione per gli eventi, rigorosamente gratuiti.Ca' Foscari Short Film Festival 2022: dal 4 al 7 maggio a Venezia