Indie-eye – VIDEOCLIP – Storia e Critica dei Video Musicali

Le Nuove rubriche di Indie-eye VIDEOCLIP dedicate ai video musicali di animazione, ai Visuals e a tutta la cultura visiva, da quella "club" al live mapping, fino ai cinemagraphs. La Storia e le Teorie dei videoclip, dal passato sino al futuro. E ancora: le videografie e gli autori più importanti, le interviste con i creativi, e a breve una rubrica dove senza alcun filtro analizzeremo libri, pubblicazioni, testi da conoscere e da recuperare 

Di

L’archivio degli articoli che indie-eye ha dedicato ai videoclip è enorme e comincia più o meno dal 2007 con un taglio specifico definito a partire dal linguaggio, dai registi, dai creativi e dai videomaker che operano nel settore. Da quando il portale musica della testata si è trasformato in Indie-eye CLIP,più o meno dal 2015, dedicando i suoi contenuti interamente ai video musicali, abbiamo sistemato una nuova tassonomia, evidenziato nuove pagine e organizzato in modo diverso il menu di navigazione principale.
Durante i prossimi mesi le trasformazioni e le novità saranno molte, mentre alcune sono già evidenti.

Le nuove sezioni attive per il momento si raggiungono anche dal menu VIDEOCLIP che integra una serie di sotto-sezioni.

Guardiamole insieme, partendo proprio dalle ultime organizzate

MENU VIDEOCLIP

    • Storie e Teorie del Videoclip è la sezione dedicata alla Storia e alle Teorie dei Video Musicali, a partire dalle “origini”. Contiene approfondimenti dedicati ai video e agli autori che hanno fatto la storia, interviste, videoclip ri-scoperti, tecniche, linguaggi e analisi.
    • Videoclip D’animazione Contiene tutti i videoclip realizzati con le tecniche dell’animazione. Stop Motion, digitale, CGI, Modellazione 3D. Tutto quello che dal mondo e dalla tecnologia animata confluisce in questa forma breve
    • Videografie  Sezione dedicata alle monografie dei registi più importanti. Ogni giorno la popoleremo con un autore o una crew creative diversa
    • Visuals, ovvero tutti i video musicali che sconfinano con la video arte e le nuove tecnologie digitali, il video mapping, i cinemagraphs, le motion graphics, le installazioni visuali, la modellazione 3D

Dall’Home page di Indie-eye videoclip è possibile inoltre consultare

 

LE INTERVISTE di indie-eye mantengono ancora un menu dedicato e oltre all’archivio storico di indie-eye che include numerosi articoli, foto interviste e video interviste a musicisti nazionali e internazionali, viene periodicamente arricchito di nuovi contributi dedicati ai registi, ai tecnici e ai videomaker che lavorano nella produzione di video musicali. 

Indie-eye è la prima testata italiana online ad aver dedicato un intero portale al mondo dei video musicali, dal punto di vista di chi li realizza. Si tratta di un unicum nel panorama editoriale italiano, per scelte, approccio, taglio e linguaggio.

Le poche riviste di musica che si occupano di video musicali, anche quando tentano timidamente di riconoscere il lavoro di un regista, di un videomaker o di un team produttivo, rimangono ancorate al linguaggio già impostato dagli uffici stampa degli artisti che lavorano in ambito musicale.

Il video viene descritto con una breve sinossi e qualche timido abbozzo estetico, ma non emerge un’organizzazione dei contenuti che riesca a raccontarci il fermento del mondo digitale e la stratificata trans-medialità linguistica dei numerosi contesti visuali, anche attraverso il dialogo attivo e orizzontale che riesce ad instaurare con il passato. 

Tra le prossime rubriche che apriremo su Indie-eye Videoclip, una dedicata alla “letteratura” critica  e storica dedicata ai video musicali. Vi racconteremo i libri e i saggi da scoprire e quelli da recuperare.