venerdì, Gennaio 22, 2021

Mi Ami – Watersports – ( Touch&Go – 2009)

Momento difficile per la storica etichetta di Chicago che da un po’ naviga in cattive acque. La prima conseguenza immediata è l’annuncio di un «ritorno alle radici». Quale strategia commerciale possa esserci dietro tale professione viene lasciato all’immaginazione. Più evidente è invece il suo significato sul piano squisitamente musicale. Il primo, ottimo assaggio del ‘nuovo’ corso è stato il sorprendente album di esordio di Sholi [ recensito da questa parte su Indie-eye ] che ha riportato in primo piano asperità e distorsioni dei tempi che furono, adesso tocca ai Mi Ami, progetto nuovo ma animato da facce già conosciute. Si tratta di Daniel Martin-McCormick alla voce e chitarra e Jacob Long al basso, già membri dei rimpianti Black Eyes (Dischord), e qui raggiunti dal batterista Damon Palermo. Rispetto a Sholi, le distorsioni dei Mi Ami si muovono su un territorio terremotato e poco incline a lasciare spazio alla melodia. L’elemento più valorizzato e onnipervasivo in questo caso è il ritmo: incalzante, dispersivo, tribale e imprevedibile. Le percussioni sono in primo piano ma anche il basso dà un contributo fondamentale a creare un suono denso e spesso, lacerato dagli improvvisi fendenti chitarristici dal sapore indubitabilmente post-punk. Il risultato è un ibrido mostruoso che fonde math-rock e jazz, dub e improvvisazione, per affidare il tutto alle incursioni vocali di Martin-McCormick che ricordano da vicino i singulti di uno Ian Svenonius in deliquio. La fisicità del suono e la varietà delle suggestioni permettono di assorbire agevolmente i brani quasi sempre spigolosi e a volte lunghi dell’album, ma ugualmente è difficile giungere alla fine di «Watersports» senza avvertire un po’ di fatica. Più per l’attitudine che per il suono, caldamente consigliato agli estimatori di Thank You, Sic Alps e Black Dice.

Mi Ami su myspace

Gigi Mutarelli
Contatta la redazione di indie-eye scrivendo a:info@indie-eye.it // per l'invio di comunicati stampa devi scrivere a cs@indie-eye.it // per l'invio di materiale promozionale puoi spedire a: INDIE-EYE | VIA DELLA QUERCIOLA N. 10 | 50141 | FIRENZE //

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SHOWREEL

i più visti

VIDEOCLIP

Colombre – TSO – il video live di Michele Faggi per Indie-eye live! Clip

Giovanni Imparato aka Colombre, uno degli autori italiani più sensibili, catturato live nel video di Michele Faggi per indie-eye live! clip. TSO, vero e proprio elogio della follia

Justin Timberlake – Mark Romanek dirige il video di Can’t stop the feeling

Mark Romanek dirige il video di Can't stop the feeling per Justin TImberlake. In linea con gli ultimi suoi video, attentissimi studi sul colore e il loro legame tra corpo e ambiente, realizza una clip suburbana e à la Jonathan Demme

INDIE-EYE SU YOUTUBE

TOP NEWS

The Fall – Imperial Wax Solvent – il doppio vinile limitato esce ad ottobre

Imperial Wax Solvent è lo splendido album dei The Fall pubblicato nel 2008. Cherry Red lo ripubblica in doppio vinile, includendo la versione scartata dal mix conclusivo. Imperdibile

ECONTENT AWARD 2015