venerdì, Marzo 1, 2024

GPL – Phoenix (Autoprodotto, 2012)

Pestano come Mike Tyson tralasciando però il carisma di Ali o la classe di Foreman, hanno la cattiveria di Van Damme ma si scordano l’ironia di Mel Gibson o lo stile di Bruce Willis, cantano un disagio sociale più da hinterland milanese che da suburbia americana o città industriale inglese, deflagrano come il GPL di prima generazione, peccato per loro che oramai sia tornata di moda la bicicletta. Sono in quattro, vengono da Vigevano (provincia di pavia, terra degli Sforza e delle risaie), calcano i palchi dal 1999 (anche se con qualche pausa nel mezzo) e suonano un onesto HC melodico meno maccheronico di quello che si potrebbe immaginare. Tutto rigorosamente DIT proprio come vuole la tradizione. Provo per loro una sincera simpatia dato che mi fanno tornare alla mente gli anni spensierati del liceo quando passavo i pomeriggi ascoltando Pornoriviste, Derozer, Nofx e Pennywise. Il linguaggio non è aggiornato e forse è meglio non chiedersi perchè, conviene girare la testa mettersi le cuffie alzare il volume al massimo tirare su il cappuccio e per dieci minuti provare a scordare che questo cazzo di mondo ci sta mangiando l’anima.

Emanuele Lanosa
Emanuele Lanosa
Emanuele (detto Lello), 25 anni, ha terminato nel 2009 gli studi universitari, concludendo la sua carriera accademica con una laurea alla Statale di Milano in filosofia teoretica su Charles Taylor. Coltiva interessi quali basket, cinema, letteratura e ovviamente musica.

ARTICOLI SIMILI

GLOAM SESSION

spot_img

CINEMA UCRAINO

spot_img

INDIE-EYE SHOWREEL

spot_img

i più visti

VIDEOCLIP

INDIE-EYE SU YOUTUBE

spot_img

TOP NEWS

ECONTENT AWARD 2015

spot_img