lunedì, Settembre 28, 2020

Monotonix – Where were you when it happened? – ( Drag City 2009 )

Se siete amanti delle catalogazioni e certosini nel riporre le vostre cose in ogni cassetto con la linguetta che ne indichi il contenuto: bene! Svuotate quello con su scritto “grunge-stoner” ed infilateci dentro i Monotonix, o se non altro calcateli con forza al suo interno. Certo perché riempirlo con Kyuss e Queens of the stone age (che poi è la stessa cosa o forse no..ma chi se ne importa!) non vi è bastato. Magari inavvertitamente vi è pure caduto qualcosa tipo i riffs di blues elettrico che furono di Led Zeppelin e Stooges nella loro esaltazione massima fatta dai Soundgarden ed inconsciamente ci avete ficcato dentro anche un po’ di spirito punkettone garage. Fossi in voi, tirerei fuori tutto per far spazio a questo power trio israeliano e non perché mi piaccia oltremodo ciò che si racconta sulle loro performances, diciamo così abbastanza naturaliste (con membri lasciati al vento come lenzuola ad asciugare e chiappe mostrate al pari di opaline da visita che si vocifera gli siano costate persino il bando nel loro paese d’origine). Neanche per le soluzioni per lo più derivative o ancora perché ricordi la loro Set me free come colonna sonora di un episodio del Dr. House di Hugh Laurie. Ciò che mi li fa apprezzare è invece l’energia che ne viene fuori anche quando, in Something has dried, i toni si fanno più mesti e (chissà perché poi?) mi tornino in mente i musoni Alice in Chains, ma qui con un ghigno caciarone e speranzoso nella baldoria. Peccato arrivino almeno quindici anni dopo il noisy dei The Jesus Lizard, Killing Joke ed Headcleaner, ne sarebbero stati degni fautori. Per adesso intanto credo si possa trovare tranquillamente posto per questo Where were you when it happened? (versione con traccia video, obviously!) nel cassetto “pazzoidi esaltati ma…divertenti!”

monotonix su myspace

Francesco Cipriano
Francesco Ciprianohttp://admin
Francesco Cipriano classe 1975, suona da molto tempo e scrive di musica.

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SHOWREEL

i più visti

VIDEOCLIP

Rue Royale, il video di Halfway Blind

Nuovo video per i Rue Royale tratto dal recente full lenght pubblicato per SinnBus

Denai Moore – Cascades – il videoclip di Samuel Douek: l’inconscio è come un set

Il regista e architetto londinese Samuel Douek si ispira al cinema surrealista degli anni trenta per il video di "Cascades" diretto per Denai Moore

Jamie XX – Girl: il video di Alden Volney

Alden Volney, oltre che un musicista è un ottimo videomaker sperimentale, questo il nuovo video realizzato per Jamie XX : Girl

Neneh Cherry – Out of the black: il video di Dario Vigorito

Nuovo video per Neneh Cherry, un omaggio di Dario Vigorito all'estetica di "Buffalo Stance"

Pillole di Francobeat: il video in esclusiva lancio

In esclusiva lancio per l'Italia, su indie-eye il videoclip di "Pillole". Brano tratto dal recente lavoro di Francobeat intitolato "Radici", un disco tutto matto

INDIE-EYE SU YOUTUBE

TOP NEWS

IRuna – Fuori Tempo, il videoclip di Maurizio Montesi

Fuori Tempo, la contagiosa danza di IRuna per le strade di Roma nel bel video di Maurizio Montesi.

The Fall – Imperial Wax Solvent – il doppio vinile limitato esce ad ottobre

Imperial Wax Solvent è lo splendido album dei The Fall pubblicato nel 2008. Cherry Red lo ripubblica in doppio vinile, includendo la versione scartata dal mix conclusivo. Imperdibile

Iggy And The Stooges – “You think you’re bad, Man?” – Cinque live inediti. Il box da collezione

"You think you're bad, Man?" è il nuovo box da collezione con 5 cd che include cinque live inediti di Iggy and The Stooges del periodo "Raw Power"

Dj Gengis, Un’altra Brasca: il videoclip d’animazione di Racoon Studio

Racoon Studio realizza il nuovo video d'animazione per Dj Gengis

Bon Iver – AUATC, il videoclip di Aaron Anderson & Eric Timothy Carlson

Aaron Anderson & Eric Timothy Carlson, premiatissimi art director per Bon Iver, realizzano il nuovo video per AUATC a fini benefici.

ECONTENT AWARD 2015