giovedì, Agosto 18, 2022

Lazzaretto – Geremia 1111, il video di Antonio Stea: I migliori del 2021 #3

Antonio Stea, filmmaker di talento, con il video di Geremia 1111 realizzato per gli ottimi Lazzaretto, occupa la terza indicazione di indie-eye per le migliori visioni videomusicali del 2021

Diciamolo senza mezzi termini, Antonio Stea è un vero talento e soprattutto, uno di quelli che riesce ad unire la passione per la videomusica con quella per l’immagine di ricerca. Il suo sguardo è completamente ec-centrico rispetto a quello dell’industria videomusicale coeva, per almeno due motivi. Non si lascia irretire da quel “professionismo” sterile che mima le grandi produzioni o peggio ancora il cinema narrativo, assumendo al contrario un ruolo totalmente autoriale e strettamente connesso ai principi della visione. E oltre a questo, cerca l’aura dell’immagine attraverso la bassa definizione e i formati dismessi, senza lisciare il pelo a quell’estetica visual che fa i conti solo con interfacce tecniche, algoritmi e sistemi pre-impostati. Il suo è uno sguardo autenticamente selvaggio e speriamo rimanga tale a lungo.

Il video di Geremia 1111, realizzato per Lazzaretto elabora una personale visione del sogno con un procedimento che abbiamo visto in altre clip dell’autore pugliese, incluso le più elaborate avventure nello stop-motion.

Dal primo ascolto di Geremia 1111, il brano mi ha condotto in uno stato d’animo idilliaco – ci ha detto Antonio – dove atmosfere oniriche si fondono con la realtà. È stato proprio questo sentimento a darmi l’input per ricercare rappresentazioni evocative, filmati d’epoca che mostrano riti religiosi, ed ecco che quel flusso di emozioni che ho citato al principio, è arrivato prorompente a suggerirmi cosa fare. La scelta delle processioni è stata davvero un bel viaggio, ho raccolto le immagini di città come Bitonto, Trani, Giovinazzo e Taranto. Una volta selezionate ho iniziato a lavorare su ogni singolo filmato utilizzando After Effects dandogli una visione distorta, per dare l’idea di essere in un sogno

Antonio Stea su instagram

Stea alterna la produzione di video musicali anche a quella di documentazione, in una larga accezione. Nel caso dei live set esce dal solco delle riprese concentrate sull’altissima definizione, così vicine ormai alla visione asettica dei registi che lavorano nell’ambito dei matrimoni e preferisce inventarsi modi di osservare che elaborino qualcosa di sensoriale, in relazione alla performance filmata. Aveva già impiegato formati analogici per girare i live dei Violent Scene, ha impostato un discorso concettualmente simile per i Lazzaretto.

Per filmare la bella session acustica della band è stata ricreata un’atmosfera intima attorno ad un focolare: “Luce rossa sui loro volti – ha aggiunto Antonio – mentre il sole tramonta fino a chiudere con uno sfondo in cui dominano i colori crepuscolari, così da poter evidenziare lo scorrere del tempo e far si che la performance avesse vita propria

Se avete dubbi su come si debba filmare una performance, quella realizzata per le splendide musiche di Cosimo Savino, Vittorio Di Lorenzo e Angelo Rosato Fanelli, dovrebbe scioglierli nel passaggio dal giorno alla notte

I Lazzaretto sono una band pugliese che ha esordito con “Sacramento” lo scorso maggio, per la label/collettivo Dischi Uappissimi con distribuzione Artist First. Già dall’artwork del CD si capiscono gli intenti: un fazzoletto del 1914 ricamato a punto e croce. Alle spalle un racconto epistolare tradotto con i segni del cucito, all’ombra della grande guerra, dove una ragazza aspetta invano il suo amato, destinato a morire durante il conflitto. Il tempo si ferma e aspetterà il suo ritorno per una vita intera. Cantato interamente in lingua francese, riscrive le regole di certa psichedelia, ma anche dell’estetica post rock, traghettandole verso territori interiori ed evocativi di grande suggestione.

Lazzaretto su sondcloud

Lazzaretto su instagram

Lazzaretto, Sacramento EP (artwork)


Michele Faggi
Michele Faggi
Michele Faggi è un videomaker e un Giornalista iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Toscana. Si occupa da anni di formazione e content management. È un esperto di storia del videoclip ed è un critico cinematografico regolarmente iscritto al SNCCI. Scrive anche di musica e colonne sonore. Ha pubblicato volumi su cinema e new media.

ARTICOLI SIMILI

Voto

IN SINTESI

Antonio Stea, filmmaker di talento, con il video di Geremia 111 realizzato per gli ottimi Lazzaretto, occupa la terza indicazione di indie-eye per le migliori visioni videomusicali del 2021

CINEMA UCRAINO

spot_img

INDIE-EYE SHOWREEL

spot_img

i più visti

VIDEOCLIP

INDIE-EYE SU YOUTUBE

spot_img

TOP NEWS

ECONTENT AWARD 2015

spot_img
Lazzaretto - Geremia 1111, il video di Antonio Stea: I migliori del 2021 #3Antonio Stea, filmmaker di talento, con il video di Geremia 111 realizzato per gli ottimi Lazzaretto, occupa la terza indicazione di indie-eye per le migliori visioni videomusicali del 2021