martedì, Novembre 30, 2021

The Pink Mountaintops – Outside Love (Jagjaguwar 2009)

Stephen McBean ce l’ha sempre raccontata. Ha sempre dichiarato che le sue canzoni non vengono scritte pensando a un progetto in particolare, ma possono essere ugualmente pubblicate su una qualsiasi delle due band di cui detiene la ragione sociale: i Pink Mountaintops e i Black Mountain. Che ci fosse una differenza di suono tra i due gruppi (direttamente riconducibile ai colori di riferimento) era assolutamente evidente, tuttavia piaceva credere che la ‘materia rock’ potesse prendere una o l’altra direzione quasi a prescindere dalle intenzioni del proprio autore. ‘Outside Love’, nuovo e terzo album appena pubblicato da Jagjaguwar, sgombra il campo da qualsiasi equivoco consegnandoci dieci canzoni di psichedelica soft (quella heavy e progressiva resta dunque appannaggio di Black Mountain) improntata a un ‘rock’ più tradizionale rispetto al passato che attinge direttamente e soprattutto alle fonti: da Neil Young ai Pink Floyd, dagli Stones di ‘Exile On Main Street’ ai Velvet Underground. Rispetto ai classici citati, il suono dei Pink Mountaintops continua ad essere più dilatato e soffice anche se a differenza del passato – in particolare rispetto all’omonimo debutto – qui suona tutto un po’ meno droghereccio e un po’ più (ri)pulito. Anzi, eliminati i riferimenti new-wave una volta ricorrenti (bisogna arrivare alla penultima canzone dell’album ‘The Gayest Of Sunbeams’ per trovare un brano che faccia pensare a Jesus And Mary Chain), ‘Outside Love’ suona meno oscuro e a tratti addirittura inaspettatamente solare o forse, come recita una indovinata definizione della loro etichetta, suona più semplicemente come ‘being depressed in the sunshine’. Non una svolta dunque, ma comunque un cambio di rotta che personalmente saluto con favore, per merito di canzoni brillanti e intense che mettono definitivamente in primo piano le doti compositive di Stephen: ‘Execution’, ‘Vampire’, ‘Holiday’ e ‘And I Thank You’ i titoli di alcuni tra i brani più riusciti di un album che ci riconsegna in splendida forma uno degli autori più prolifici e ispirati degli ultimi anni.

Gigi Mutarelli
Contatta la redazione di indie-eye scrivendo a:info@indie-eye.it // per l'invio di comunicati stampa devi scrivere a cs@indie-eye.it // per l'invio di materiale promozionale puoi spedire a: INDIE-EYE | VIA DELLA QUERCIOLA N. 10 | 50141 | FIRENZE //

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SHOWREEL

spot_img

i più visti

VIDEOCLIP

INDIE-EYE SU YOUTUBE

spot_img

TOP NEWS

ECONTENT AWARD 2015

spot_img