martedì, Marzo 5, 2024

Tongs – Fractal (Rogues Records – 2012)

Con Fractal, i Tongs propongono – tenendo bene a mente la lezione di Primus, Tool, Faith No More – un inclassificabile (post)metal schizofrenico con abbondanti dosi di jazz, prog e digressioni psichedeliche; il tutto stipato in brani che non superano mai i cinque minuti di durata e che – immaginiamo – sono adattissimi a selvagge esibizioni live. Ne viene fuori un sound pesante, compatto e claustrofobico, ma anche avventuroso. Il gruppo – allora composto da Carlo Garof, batterie, elettronica, Antonio Bertoni, basso, synth e Luca Serrapiglio, sax, synth – aveva già pubblicato, nel 2008, Jazz with the megaphone, ma è con l’ingresso in formazione di Andrea Serrapiglio, voce e violoncello, che i Tongs raggiungono la fisionomia attuale. Il quartetto scodella l’assalto frontale di Ziqqurat, venato di sincopi jazz e logorrea chitarristica alla Motorpsycho, seguito dalla non dissimile Fractal anatomy, con un cantato che ricorda Trent Reznor.   Il teatrino di Insanity mischia di tutto: cavalcate hardcore, cannonate quasi death metal, squarci melodici, parodia del canto crooner. Red Eye è la loro declinazione del pop-metal stile Metallica del Black album. Scarecrow’s Gasp, invece, riecheggia qualcosa dei Big Black, così come dell’hard rock dei Melvins. Sex in Sacristy è un bluesone post-grunge dall’umore scurissimo. Wake Up, Get Up, Get Off ha un’attitudine funk-metal, impiantata su un crescendo di marca progressive che sfocia nelle immancabili sfuriate chitarristiche. Il bello è che non sai mai cosa può succedere fra due secondi, o meglio puoi provare a immaginarlo, ma probabilmente sarai smentito. Si sfiora l’enciclopedismo, è vero; ma l’effetto sterile giocattolone post-moderno viene evitato. Dando per palese la prescindibilità del ronzante intermezzo Merdemorte; chi vuole può scervellarsi su Italian Politics, dove lo special guest Pierpaolo Capovilla (memore di Gassman?) recita la ricetta della pizza, accompagnato da un sottofondo industrial. Stuzzicante provocazione para-dadaista e sottilmente metaforica o innocuo divertissement? Ai posteri l’ardua sentenza.

[box title=”Tongs – Fractal (Rogues Records – 2012)” color=”#5C0820″]

Tongs su Myspace

Tracklist:
Ziqqurat | Fractal anatomy | Insanity | Red Eye | Scarecrow’s Gasp | Sex in Sacristy | Merdemorte | Wake Up, Get Up, Get Off | Italian Politics [/box]

Jacopo Golisano
Jacopo Golisano
Jacopo Golisano, classe 1986. Studia Filosofia e consegue la laurea triennale con una tesi su Alexis de Tocqueville. Diventa pubblicista. Appassionato di cinema, musica, letteratura, sempre alla ricerca di nuovi stimoli.

ARTICOLI SIMILI

GLOAM SESSION

spot_img

CINEMA UCRAINO

spot_img

INDIE-EYE SHOWREEL

spot_img

i più visti

VIDEOCLIP

INDIE-EYE SU YOUTUBE

spot_img

TOP NEWS

ECONTENT AWARD 2015

spot_img