venerdì, Gennaio 22, 2021
Home Generi-ci Experimental

Experimental

Dirty Beaches : l’amore e il diavolo

Dirty Beaches torna dopo il successo di Badlands, album che nel 2010 lo consacrò come outsider tra stampa e pubblico. Alex Alex Zhang Hungtai con il nuovo Drifter / Love is the Devil continua ad esplorare la sua formula di base: un crooning isterico, soffocato da lisergiche drum machine, layer di distorsioni e loop urticanti

David Grubbs – The Plain Where The Palace Stood

The Plain Where The Palace Stood disegna lo stato dell'arte della poetica di David Grubbs oggi

Beatrice Antolini – Vivid (QuiBaseLuna, 2013)

LNZ_1820 WEBSe BioY aveva il groove giusto per ballare, Un po' come per David Bowie dove ad ogni suo album si è sempre verificato un cambio di ecosistema, Vivid gioca con i generi di consumo in modo liquido e non statico e cresce insieme ai suoi ascoltatori nella direzione di un pop d'autore in grado di bilanciare una forte e comunicativa capacità di sintesi con incursioni più acide a ravvivare il tutto; la recensione di Elia Billero...

STRFKR – Miracle Mine (Polyvinyl Records, 2013)

Terzo episodio per i canadesi STRFKR alla ricerca del connubio perfetto tra electro-pop e dance

Saltland – I Thought It Was Us But It Was All Of Us

Esordio solista su Constellation quello guidato dalla violoncellista Rebecca Foon, aka Saltland

Bemydelay – Hazy Lights

Cantante e chitarrista, Marcella Riccardi propone viaggi cosmici intorno alla propria camera

Nancy Elizabeth – Dancing: la recensione

Terzo album, quello della maturità, per Nancy Elizabeth, che rinnova il suo folk con innesti elettronici e non solo; la recensione di Fabio Pozzi...

Elettrocapra – L’avvento della Grande Bestia (Utu Conspiracy, 2013)

Gli Elettrocapra sono un valido antidoto all'attuale scena indipendente italiana

Omosumo – Ci proveremo a non farci male

Quella di Omosumo è una a frenesia techno kraut dance alla quale non si può rimanere immuni

Alessandro Monti – Unfolk + Live Book

Ristampa dello splendido lavoro di Alessandro Monti, tra i tesori meglio nascosti della musica Italiana

Calibro 35 – Said OST

Nuovo Calibro 35, una colonna sonora originale per il noir intitolato Said

Petrina – Petrina: la recensione

Tante le vesti e le declinazioni della bravura a mille teste di Debora Petrina, come dimostrò l’ottimo In Doma

videoclip news