sabato, Settembre 26, 2020

Lucca Film Festival 2017 – Wild Berries di Magda Jaroszewicz: Concorso Cortometraggi

Magda Jaroszewicz, classe 1986, è nata e cresciuta a Varsavia, in Polonia. Laureata in teatro e arti performative a Cracovia, ha frequentato regia alla scuola di cinema nazionale di Łódź. Ha lavorato anche come produttrice, operatrice e fixer per agenzie e canali televisivi.

Wild Berries è il suo esordio dietro la macchina da presa ed è stato presentato in concorso al Lucca Film Festival nella sezione cortometraggi curata da Rachele Pollastrini.

Racconto ellittico sulla perdita, non importa se questa è una separazione o qualcosa di ancora più doloroso, come da tradizione polacca sfrutta gli elementi del reale per sfiorare l’indicibile, lasciando in sospeso molte cose e avvitando il racconto nel flusso di un nastro di Möbius. 

Con la stessa sintesi visiva della prima Jane Campion, quella di Peel (An Exercise in disclipline), Wild Berries mette al centro un bimbo e i suoi genitori mentre viaggiano in autostrada. La macchina si ferma, la madre e il figlio si allontanano. Un colpo di sonno e la realtà assume improvvisamente le caratteristiche di un incubo.

Quello della Jaroszewicz è uno strano film in stato di veglia, dove gli anelli mancanti sono gli stessi che ci colgono sorpresi durante una proiezione interrotta dal sonno. 

Ed è in fondo una distrazione che cambia improvvisamente le coordinate del racconto. Da quel momento in poi una parte della vita esperita dal protagonista può caratterizzarsi come ricordo, ritorno, improvviso strappo, immaginazione oppure elaborazione di un lutto troppo doloroso da accettare. 

La Jaroszewicz è un’autrice da tenere assolutamente d’occhio e conferma la vitalità del nuovo cinema polacco. 

Michele Faggi
Michele Faggi
Michele Faggi è un videomaker e un Giornalista iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Toscana. È un critico cinematografico regolarmente iscritto al SNCCI. Scrive anche di musica e colonne sonore. Si è occupato di formazione. Ha pubblicato volumi su cinema e new media. Produce audiovisivi

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SU YOUTUBE

Advertisment

FESTIVAL

Careless Crime di Shahram Mokri: recensione

Dopo due film tanto simili sembrava che Mokri avesse trovato il proprio personalissimo sistema di fare cinema e che fosse intenzionato a portarlo ancora avanti. Careless Crime però è diverso, ma allontanandosene ricorre alla riflessione sul tempo e lo spazio per trasformarsi in una dichiarazione d’intenti. La recensione di Careless Crime

Ca’ Foscari Short Film Festival 2020: Un festival diffuso

Dario Argento, Pino Donaggio, Lorenzo Mattotti gli ospiti speciali del Ca' Foscari Short. Festival "diffuso" tra location fisiche e web

The Flood Won’t Come di Marat Sargsyan: recensione

The Flood Won't Come, una decostruzione dell'aura sacrale che circonda l'odore della guerra. Visto alla SIC di Venezia 77, la recensione

Lucca Film Festival 2020: un festival diffuso

Lucca Film Festival e Europa Cinema, dal 25 settembre al 4 ottobre a Lucca e Viareggio. I concorsi e gli eventi speciali. Tutti i dettagli

Amedeo Nazzari, ritratto d’attore: la mostra a Roma dal 21 Settembre

Amedeo Nazzari, ritratto d'attore. La mostra fotografica dedicata al grande interprete, dal 21 settembre al 18 ottobre alla Casa Del Cinema di Roma

ECONTENT AWARD 2015