giovedì, Ottobre 1, 2020

Parallel 41 ( Julia Kent + Barbara De Dominicis)- Parallel 41 / Davide Lonardi – Faraway Close

I paralleli. Il 41° in particolare. Quell’asse immaginario, “senza punto di partenza, senza alcun arrivo”, che, circoncingendo il globo terrestre, unisce idealmente, tra innumerevoli altri luoghi, Napoli a New York. Due città apparentemente distantissime per storia, tradizione e cultura ma che possono rivelare molte più similitudini e concordanze di quanto sia dato credere. Così come le due protagoniste del progetto che al suddetto parallelo è stato intitolato (e che prosegue l’esperienza di Intermittenze di qualche anno fa): la napoletana Barbara De Dominicis e la canadese, ma di stanza a NYC, Julia Kent: parallele, appunto, per vissuto, per carriera, per approccio alla materia musicale ma anche molto vicine per sensibilità ed intenti. Parallele, insomma, come due rette che s’incontrano all’infinito o come i luoghi paralleli di due testi concordanti.

E’ da tali premesse che Parallel 41 si è concretizzato o meglio si è manifestato come programma di lavoro che nell’alea, nell’estemporaneità, rivela la sua essenza più profonda. Un documento sonoro e visivo volto a testimoniare una serie di sessions live registrate tra il 2009 e il 2010. Sono tracce di luoghi attraversati, conosciuti, esplorati; frammenti catturati ovunque, rimontati in funzione di una forma inedita di torch song del crepuscolo, totalmente improvvisata e catturata dal vivo, dove il violoncello della Kent costruisce telai ritmico armonici e la De Dominicis si divide tra un suggestivo canto jazz nerovestito e brevi recitati in lingua di Dante; vocalizzi galasiani e trattamenti elettronici; mentre tutt’intorno è un brulicare di field recordings, loops ed effetti.

Poco importano i singoli titoli, ogni pezzo partecipa alla composizione di un mosaico sonoro che ha senso nella sua interezza. Che si tratti delle increspature di Illusory Rendez-Vous o dell’affermazione di The Naked Ciry (più Dassin che Zorn); degli sketches kubrickiani di Call Him Now, della “città immaginaria” di Voiceless Laughter o dell’annullamento di ogni dove, nel non luogo per antonomasia che è la metropolitana di Herald Street. Laddove i vocalizzi da mercato rionale, si mescolano inscindibilmente con i suoni urbani della metropoli globale, per esser poi riraccontati, ricontestualizzati, in uno schiudersi di suggestioni sempre diverse e sempre simili, che ci si trovi a Forte Marghera a Venezia; piuttosto che in un tunnel abbandonato nei dintorni di Bolzano; piuttosto che in un loft newyorchese.

Il disco è accompagnato da un DVD contenente un film di Davide Lonardi (già più volte collaboratore di Barbara e spesso presente anche dal vivo con Parallel 41), che ripercorre le tappe del progetto.

Partendo da un dialogo tra le protagoniste che, ognuna a suo modo, analizza le proprie, svariate, emozioni, provate durante le fasi di preparazione e realizzazione, Lonardi costruisce un oggetto visivo che si presenta come il perfetto contraltare all’operazione. Attraverso un montaggio serrato, documentaristico, per le vie delle due città, soffermandosi sui volti dei loro abitanti, sui luoghi storici e non, sulle loro peculiarità; seguendo le due sui set prescelti per le loro performance; riprendendole in concerto; intrecciando immagini d’epoca, catturate a loro volta, al loro tempo, tra NYC e Napoli, sino a fondere un luogo a l’altro in un unico spazio vitale, in cui diversità ed affinità si compenetrano magnificandosi reciprocamente.

Così come avviene tra audio e video, tra la musica e il film stesso: che non è un superfluo pendant di lusso ma parte integrante di un disegno lucidissimo e stimolante, che si spera non resti atto unico e che, anzi, possa crescere ulteriormente, sino a toccare ogni angolo del mondo.

[box title=”Parallel 41 ( Julia Kent + Barbara De Dominicis)- Parallel 41 / Davide Lonardi – Faraway Close (Cd + Dvd, Baskaru, 2012)” color=”#5C0820″]

Parallel 41 in rete

Tracklist

Illusionary Rendez-Vouz | 2 Jet Legs | The Naked City | Eyes of Eyes | Une Journèe d’un Sud Sans Soleil | Cll Him Now | Herald Street | Out of Season | Voiceless laughter [/box]

 

 

 

Alessio Bosco
Alessio Bosco
Alessio Bosco - Suona, studia storia dell'arte, scrive di musica e cinema.

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SHOWREEL

i più visti

VIDEOCLIP

Crossing Borders dei Booka Shade: lo sguardo panoramico di Ryan Staake

Il geniale Ryan Staake lavora per il duo di alchimisti elettronici noti come Booka Shade e realizza il video di "Crossing Borders" insieme allo staff di Pomp&Clout; una panoramica a 360 gradi su alcuni landscape Californiani

Corteccia – Su Una Rivoluzione: Il video di Larissa Saldarini in esclusiva su Indie-eye

Corteccia, uno stimolante progetto cross mediale che alla musica unisce svariate forme di espressione. Il trio ha coinvolto artisti di diversa provenienza espressiva per i propri progetti. Indie-eye presenta in anteprima lancio il video di "Su una rivoluzione", affascinante visione fantascientifica di Larissa Saldarini

Nicole Willis & The Soul Investigators: Funk in ogni stile, l’intervista esclusiva

Intervista a Nicole Willis in occasione dell'uscita del suo terzo disco con i Soul Investigators, la band finlandese che la accompagna da qualche anno. Un album frutto di jam in studio in cui si gioca con le sfaccettature più classiche della black music con ottimi risultati

SKoM – Nuddu Ca Veni (feat. Simona Norato): Il video di Giovanni Tomaselli e Cinepila

Giovanni Tomaselli del collettivo Cinepila si conferma come uno degli autori più acuti e vivi di questa forma breve ancora chiamata videoclip, perché ne eccede i confini, trasformandola pasolinianamente, in uno strumento del linguaggio di poesia. La recensione di Nuddu Ca Veni, il video che veicola lo splendido brano di SKoM con la voce e il racconto di Simona Norato.

Elbow – Magnificent (She says) – il video di Joe Connor tratto da Little Fictions

Elbow con il nuovo video di "Magnificent (She says)" tratto dall'imminente Little Fictions. Dirige Joe Connor

INDIE-EYE SU YOUTUBE

TOP NEWS

IRuna – Fuori Tempo, il videoclip di Maurizio Montesi

Fuori Tempo, la contagiosa danza di IRuna per le strade di Roma nel bel video di Maurizio Montesi.

The Fall – Imperial Wax Solvent – il doppio vinile limitato esce ad ottobre

Imperial Wax Solvent è lo splendido album dei The Fall pubblicato nel 2008. Cherry Red lo ripubblica in doppio vinile, includendo la versione scartata dal mix conclusivo. Imperdibile

Iggy And The Stooges – “You think you’re bad, Man?” – Cinque live inediti. Il box da collezione

"You think you're bad, Man?" è il nuovo box da collezione con 5 cd che include cinque live inediti di Iggy and The Stooges del periodo "Raw Power"

Dj Gengis, Un’altra Brasca: il videoclip d’animazione di Racoon Studio

Racoon Studio realizza il nuovo video d'animazione per Dj Gengis

Bon Iver – AUATC, il videoclip di Aaron Anderson & Eric Timothy Carlson

Aaron Anderson & Eric Timothy Carlson, premiatissimi art director per Bon Iver, realizzano il nuovo video per AUATC a fini benefici.

ECONTENT AWARD 2015