Indie-eye – VIDEOCLIP – Storia e Critica dei Video Musicali

Raphaël Levy, rappresentato e prodotto dalla francese My Accomplice, realizza un video fisico e potente, che sfrutta l'incertezza dello sguardo documentale, trovando una soluzione interessante per i videoclip narrativi, già battuta da numerosi videasti britannici e statunitensi e per esempio, scarsamente compresa in Italia 

Di

Uno tsunami ha devastato l’intera città. Un giovane coppia sopravvissuta continua la routine quotidiana, tra gesti comuni e il tentativo di dare un senso a questo vuoto con azioni eclatanti. Raphaël Levy gira “La Visage De La Nuit” per Tim Dup e gioca con l’immaginario post-apocalittico scegliendo di fatto un ambientazione suburbana che potrebbe essere ovunque, dalla banlieue alle numerose periferie europee fuori dai grandi flussi turistici.
A queste immagini connette una fantasia cosmica e la rielaborazione mnemonica del passato, fatta attraverso immagini, frammenti, fotografie, ovvero la nostra vita contratta in pochi secondi attraverso le memorie dei dispositivi.
Raphaël Levy, rappresentato e prodotto dalla francese My Accomplice, realizza un video fisico e potente, che sfrutta l’incertezza dello sguardo documentale, trovando una soluzione interessante per i videoclip narrativi, già battuta da numerosi videasti britannici e statunitensi e per esempio, scarsamente compresa in Italia.
L’azione determina il narrato, il gesto sostituisce la parola e diventa elemento ritmico, tanto da cogliere le interazioni dei personaggi, un momento prima o un momento dopo l’esplosione dell’evento, senza bisogno di anelare l’assenza di dialogo. Il found footage conclusivo diventa allora esperienza visuale che si fonde perfettamente con la prima parte della clip.

Tim Dup – La Visage De La Nuit – il videoclip ufficiale diretto da Raphaël Levy

 

Michele Faggi

Michele Faggi

Michele Faggi è un videomaker e un Giornalista iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Toscana. Si occupa da anni di formazione e content management. È un esperto di storia del videoclip ed è un critico cinematografico regolarmente iscritto al SNCCI. Scrive anche di musica e colonne sonore. Ha pubblicato volumi su cinema e new media.