Indie-eye – Cinema – Rivista di Critica Cinematografica

L'oltraggioso capolavoro trash di Jim Muro prodotto da Roy Frumkes nell'edizione che tutti gli appassionati di horror aspettavano. "Street Trash - Horror in Bowery Street" esce il 16 luglio in versione 2 dischi (Blu Ray e DVD). I dettagli e la clip video in anteprima esclusiva 

Di

Esce il prossimo 16 luglio la nuova perla distribuita da Midnight Classics, la label specializzata nella distribuzione home video dei migliori classici del cinema horror.

Street Trash – Horror in Bowery street” è un film culto introvabile in Italia, realizzato nel 1987 dal regista Jim Muro e dal produttore / sceneggiatore Roy Frumkes.

Street Trash, homeless e gore

Ambientato nei sobborghi newyorchesi vicini alla 42ma strada, il regno indiscusso di tutto il cinema exploitation e “grindhouse”, il film si sviluppa intorno ad una bevanda alcolica messa in commercio con il nome di “Viper” da un negozio di prossimità. Una volta deglutita, l’infernale mistura è in grado di sciogliere gli organi interni dei malcapitati consumatori. A farne le spese sono un gruppo di homeless che vivono intorno ad una discarica, ignari degli effetti devastanti del liquore, usato tra l’altro durante la guerra nel Vietnam. In parallelo, una serie di personaggi sgangherati che innescano alcuni subplot intorno a questo mondo popolato da derelitti.

Se la critica dell’epoca, con il New York Times in prima linea, accolse il film maltrattandolo violentemente, questa furibonda e nichilista festa trash incarna lo spirito newyorchese off di quegli anni, dominati dall’edonismo reaganiano e dai tagli governativi che relegavano i senza tetto in una posizione ancora più marginale. 
In qualche modo il film di Muro / Frumkes è un grido osceno e disperato nei confronti di un’era al tramonto, come quella del cinema grindhouse e l’avanzare di una società civile e politica pronta a spazzar via qualsiasi elemento eccedente, culturale e sociale.

Ecco che l’abbondanza gore in termini visuali diventa una reazione pittorica e selvaggia in anticipo rispetto alle modalità con cui il grande John McNaughton filmerà la suburbia nello straordinario The Borrower. Ma il gusto di Muro / Frumkes è totalmente ludico e cartoonesco. 

Una scorrettezza senza limiti che sfrutta anche il linguaggio razzista contro ogni minoranza, per descrivere un mondo ferino, alla deriva, dove liquidi ematici, bile e interiora assortite, operano l’unico livellamento democratico possibile. 

Street Trash, l’edizione Midnight Classics e i contenuti speciali

L’edizione Midnight Classics riporta alla luce il mondo deviato di Street Trash in un’edizione DVD e Blu Ray costituita da due dischi, con il master certificato dallo stesso Roy Frumkes e una selezione notevole di contenuti speciali che includono:

  • Introduzione al film curata da produttor Roy Frumkes
  • Commento audio sottotitolato in italiano con il regista Jim Muro
  • Secondo Commento audio con il produttore e sceneggiatore Roy Frumkes
  • una selezione di scene eliminate
  • Il cortometraggio originale da cui è stato sviluppato originariamente il film, intitolato “Street Trash”
  • Trailer
  • The Meltdown Memories ovvero un documentario/making of del film
  • una conversazione tra Roy Frumkes e Tony Timpone editore storico della rivista Fangoria
  • un’intervista con l’attrice Jane Arakawa che nel film interpreta Wendy, la segretaria della discarica di proprietà del corpulento e aggressivo Frank Schnizer.
  • cartolina da collezione
  • booklet illustrato con approfondimenti critici

Indie-eye propone in anteprima per i propri lettori una clip tratta dall’intervista all’attrice Jane Arakawa, contenuta nel comparto extra dell’edizione Midnight Classics

Street Trash, la clip in esclusiva