martedì, Novembre 30, 2021

David Bowie – Survive, il videoclip di Walter A. Stern: naked eye

Survive, di nuovo disponibile sul canale di DavidBowie.com sembra tornare dal passato come immagine davvero pregnante del presente.

Once I realized space is a dimension of time, the rest was easy!
(Michael Moorcock – The Visible Man or down the multiversal rabbit hole – 2006)

Nel breve speciale che VH1 dedicò al video di SurviveDavid Bowie sottolinea quanto il suo entusiasmo per i video musicali, sia diminuito con gli anni, soprattutto da quando questi hanno cominciato ad essere più accessibili, meno ingenui e quindi meno soggetti a forme di sperimentazione. Eppure, con rinnovata emozione, nel 1999 decide di collaborare con uno dei videomaker più originali degli anni novanta, quel Walter A. Stern che aveva realizzato i lavori più significativi per Massive Attack e Prodigy.

La macchina che si muove intorno agli affari discografici di Bowie ha rispolverato qualche ora fa la clip tratta da hours, scomparsa da YouTube e reperibile presso altre piattaforme, grazie alla “pirateria” positiva dei fans. L’occasione è festeggiare da una parte il lancio del video, trasmesso per la prima volta il 26 novembre del 1999 e lanciare il nuovo cofanetto “A Brilliant Adventure”, che prenderà in esame gli anni 1992-2001 nella carriera di Bowie.

Dal making VH1 è facile desumere il lavoro di Stern nell’allestire un set “meccanico”, adibito all’uso di props concepiti per far levitare il corpo di Bowie in questa grande cucina che sembra un luogo della memoria, ricostruito negli studi Tower Bridge di Londra.

Non è cosa da poco, perché la riduzione minima del digitale per favorire un approccio fisico e meccanico al set, affida a Bowie una centralità performativa importante.

L’attenzione specifica di Stern al senso del brano e ad alcuni elementi chiave delle liriche, si conferma anche in questo caso. Per la traccia più dolente di hours, materializza quell’aura negativa di rassegnazione e di perdita, che può essere indirizzata al di fuori delle presunte occorrenze biografiche a cui il brano alluderebbe.

Da una parte l’esca narrativa dichiarata dallo stesso Bowie, legata alla fiamma per un’amore mancato, adesso completamente svanita. Che si tratti di Hermione Farthingale o di Lesley Duncan poco importa, perché è semplicemente immagine dell’assenza e nel connubio con quelle ideate da Stern e la sua crew, si verifica il medesimo specchiarsi di Thursday’s Child, la clip precedente, diretta dallo stesso regista.

La dimensione confessionale dell’album viene in qualche modo riflessa nei due video di Stern che giocano in forma intima e introspettiva con un gesto tipico Bowiano, quello dell’obliterazione del proprio passato, giunto qui ad un denudamento radicale, con l’icona che si sfalda nell’anonimo quotidiano.

Space age e science fiction ridotte ad un’entropia personale, con i viaggi astrali e dimensionali di Bowie, riletti attraverso una lente interiore, dove Major Tom vive una nuova deriva, tra il tavolo da pranzo e il forno.

Dovessimo raccontare Bowie attraverso le stanze, i pavimenti, i lavandini, i letti pre-mortem, descritti tra artworks e canzoni, non finiremmo mai di cercare connessioni e infiniti vettori mitopoietici.

Ma Survive, nel video di Stern, sembra tornare dal passato come immagine davvero pregnante del presente, piccola elegia di resistenza dall’isolamento, lotta contro le inutili derive della passione, alla ricerca del proprio asse gravitazionale.

Michele Faggi
Michele Faggi è un videomaker e un Giornalista iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Toscana. Si occupa da anni di formazione e content management. È un esperto di storia del videoclip ed è un critico cinematografico regolarmente iscritto al SNCCI. Scrive anche di musica e colonne sonore. Ha pubblicato volumi su cinema e new media.

ARTICOLI SIMILI

Voto

IN SINTESI

Survive, di nuovo disponibile sul canale di DavidBowie.com sembra tornare dal passato come immagine davvero pregnante del presente.

INDIE-EYE SHOWREEL

spot_img

i più visti

VIDEOCLIP

INDIE-EYE SU YOUTUBE

spot_img

TOP NEWS

ECONTENT AWARD 2015

spot_img