Indie-eye – VIDEOCLIP – Storia e Critica dei Video Musicali

Roadhawks è una raccolta culto relativa ai primi cinque album degli Hawkwind, alfieri dello space rock più visionario. Pubblicata originariamente nel 1976 e ristampata in vinile solo nel 1984, torna a girare sui vostri giradischi grazie a Cherry Red in questa versione rimasterizzata da Dave Brock, su supporto a 180 grammi, gatefold. Per chi pre-ordina, una delle tre versioni "test" in regalo  

Di

Sarà pubblicata nel corso di Aprile 2020 questa indispensabile collection che mette insieme i classici del primo periodo degli Hawkwind, la straordinaria band fondata da Dave Brock e che ha in qualche modo dato inizio allo Space Rock insieme ad altre formazioni storiche. “Roadhawks” fu pubblicato originariamente nel 1976 come compendio alla prima fase della band, lungo le prime cinque release che includevano classici come Silver Machine e Urban Guerilla. Nella nuova edizione curata da Atomhenge per la Esoteric Recordings, la collana pubblicata da Cherry Red e dedicata ai classici “dissepolti” della musica rock, folk e pop, ci sono i nuovi remix curati da Dave Brock e l’inclusione di un’inedita versione live di “You Shouldn’t Do That”.
Fuori catalogo da molti anni e mai ristampato su LP dal 1984, viene finalmente pubblicato in una versione vinile 180 grammi oltre ovviamente a quella CD. Rielaborata dai master originali della United Artists e montata negli studi Abbey Road, la nuova versione ripristina integralmente la copertina gatefold dell’album, incluso il poster Roadhawks che era originariamente incluso nella prima stampa dell’album.

Il pre-order è già attivo da questa parte sul sito Cherry Red e consente di partecipare ad un contest dove sarà possibile vincere una delle tre stampe “test” di Roadhawks.

Assolutamente da non perdere