martedì, Ottobre 20, 2020

Cadori – Non puoi prendertela con la notte: i video di Francesco Ciavaglioli

Francesco Ciavaglioli è un’artista che sfrutta le suggestioni della mixed media art uscendo dal recinto della stessa. L’immagine è il cuore della sua ricerca, ma non è trattata in modo univoco nel passaggio dalla materia al digitale, spesso affrontato con un’inversione di priorità. Le sue fotografie digitali, per esempio, vengono trasferite su carta con un procedimento che recupera l’incertezza del gesto e l’esperienza laboratoriale perduta.
Come nella pittura di David Hockney, così influenzata dalla fotografia nella ricerca dell’interstizio e dell’increspatura, quello che emerge risiede tra i due stati della lavorazione, come un riflesso non voluto o un’apparizione fantasmatica sullo sfondo di un vecchio dagherrotipo.
È un’arte eminentemente mnestica quella di Ciavaglioli, manifestazione del ricordo che è più vicina alla teoria dei quanti che al concetto di nostalgia. 
Nel videomaking, l’artista di avezzano cerca gli stessi “difetti” creativi, anche quando racconta una storia. È così per il video di Nuova York realizzato per Vespertina e accade nelle due clip prodotte per Cadori

Cadori – Benzina – Dir: Francesco Ciavaglioli

Benzina ha un’identità più definita, ma è una questione di impatto colorimetrico, dove il rapporto tra l’illuminazione fredda dei led e il ventre notturno elabora una narrazione parallela a quella strettamente tematica. La memoria, le fotografie, ciò che sfugge dalla condivisione di massa e torna, finalmente, a ferire in uno spazio fisico. Questo breve “cautionary tale” è anche un esperimento percettivo realizzato con la scomposizione e la separazione dei colori fondamentali, una costante nei video di Ciavaglioli, dove al riflesso spesso si aggiunge lo split dei canali RGB. Le polaroid sull’asfalto sono una firma, quasi una cellula originaria che include e dischiude tutto il senso del videoclip.

Cadori – Guai – Dir: Francesco Ciavaglioli

Più tradizionale Guai, anche se perfettamente inserito nei racconti crudeli della giovinezza di Giacomo Giunchedi. Il racconto è in effetti ridotto alla dimensione del viaggio e dell’esplorazione di uno spazio. Colori, riflessi e ancora una volta, fantasmi, corrompono l’esperienza e la rendono semplicemente viva.

Francesco Ciavaglioli su web

Cadori su Web

Michele Faggi
Michele Faggi
Michele Faggi è un videomaker e un Giornalista iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Toscana. Si occupa da anni di formazione e content management. È un esperto di storia del videoclip ed è un critico cinematografico regolarmente iscritto al SNCCI. Scrive anche di musica e colonne sonore. Ha pubblicato volumi su cinema e new media.

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SHOWREEL

i più visti

VIDEOCLIP

Tom Odell, I Know: il video di Magnus Hardner

Magnus Hardner, uno dei più noti autori di videoclip Svedesi, dirige I Know per Tom Odell

Indie-eye musica diventa indie-eye VIDEOCLIP: primo portale italiano interamente dedicato ai videoclip

Un portale interamente dedicato ai videoclip, il primo ad affacciarsi in Italia. Indie-eye musica si trasformerà in INDIE-EYE VIDEOCLIP, primo portale in Italia interamente dedicato ai videoclip, alla documentazione audiovisiva originale, ma anche interviste, podcast e approfondimenti mirati. Le recensioni hanno fatto il loro corso.

Portfolio – To the right: il videoclip in esclusiva

"To the right" seconda traccia da DUE, l'album dei Portfolio uscito recentemente. Il video è in esclusiva lancio su indie-eye.it a partire da oggi

Colombre – Terrore – Il videoclip d’animazione diretto da Daniele Zen: l’intervista

Colombre, uno degli autori pop italiani più sensibili e creativi, al secolo Giovanni Imparato, commissiona il videoclip di "Terrore" ad un giovane animatore, Daniele Zen. Vi parliamo di questa piccola gemma che racconta di un manipolo di insetti allo skatepark con i colori della cultura street, il nonsense tra analogico e digitale di Jack Stauber e la passione per il mondo invisibile della natura. Cover Story su indie-eye videoclip e intervista al regista

Roberto Villa, sarà indie-eye a ospitare l’anteprima di “Torbido”, il video diretto da Christoph Brehme

Roberto Villa esce dietro il moniker "Villa" con "Torbido", secondo singolo per L'Amore mio non muore. Il brano è anche un videoclip diretto dal talentuoso animatore tedesco Christoph Brehme, che presto presenteremo in anteprima su indie-eye Videoclip. I dettagli

INDIE-EYE SU YOUTUBE

TOP NEWS

IRuna – Fuori Tempo, il videoclip di Maurizio Montesi

Fuori Tempo, la contagiosa danza di IRuna per le strade di Roma nel bel video di Maurizio Montesi.

The Fall – Imperial Wax Solvent – il doppio vinile limitato esce ad ottobre

Imperial Wax Solvent è lo splendido album dei The Fall pubblicato nel 2008. Cherry Red lo ripubblica in doppio vinile, includendo la versione scartata dal mix conclusivo. Imperdibile

Iggy And The Stooges – “You think you’re bad, Man?” – Cinque live inediti. Il box da collezione

"You think you're bad, Man?" è il nuovo box da collezione con 5 cd che include cinque live inediti di Iggy and The Stooges del periodo "Raw Power"

Dj Gengis, Un’altra Brasca: il videoclip d’animazione di Racoon Studio

Racoon Studio realizza il nuovo video d'animazione per Dj Gengis

Bon Iver – AUATC, il videoclip di Aaron Anderson & Eric Timothy Carlson

Aaron Anderson & Eric Timothy Carlson, premiatissimi art director per Bon Iver, realizzano il nuovo video per AUATC a fini benefici.

ECONTENT AWARD 2015