Indie-eye – VIDEOCLIP – Storia e Critica dei Video Musicali

"Renegade Sun (Brexit)" è il nuovo videoclip degli Stolen Apple, estratto dal recentissimo "Wagon Songs". Sull'incendiaria furia noise rock del brano, noWareArt ha realizzato il video servendosi di strumenti ottici non convenzionali, dispositivi per la fotografia scientifica, lacerti analogici strappati al tempo e Objet trouvè radicalmente trasformati. Intorno alle nostre case si trova un abisso nascosto. In esclusiva su indie-eye 

Di

Si intitola “Wagon Songs” il nuovo album degli Stolen Apple, band fiorentina i cui componenti sono attivi nella scena underground dai primi anni novanta.
Pubblicato su tutte le principali piattaforme digitali è acquistabile seguendo questa landing page dedicata alla nuova release  oppure in formato CD dal profilo bandcamp ufficiale.

Dopo il release party del disco allestito presso Il Progresso di Firenze, indie-eye presenta in anteprima il videoclip del singolo “Renegade Sun (Brexit)”, diretto da noWareArt, sigla che si riferisce al progetto di ricerca visiva di un videomaker attivo dai primi anni zero.

Quando il mondo diventa sempre più piccolo e angusto – ci ha detto noWareArt –  l’occhio può espandersi fino a trovare altre vie di fuga. Il video di “Renegade Sun (Brexit)” per gli Stolen Apple è un’esplorazione sensoriale tra realtà e memoria, realizzata con strumenti ottici non convenzionali, dispositivi per la fotografia scientifica, lacerti analogici strappati al tempo e Objet trouvè radicalmente trasformati. Intorno alle nostre case si trova un abisso nascosto“.

“Renegade Sun (Brexit)” è una potentissima cavalcata elettrica scritta da Luca Petrarchi, Riccardo Dugini, Massimiliano Zatini e Andrea Pagani, con le antenne sintonizzate sul miglior noise rock anni ’90, dagli Unwound ai Sonic Youth e la capacità di scrivere con quella libertà e quella freschezza che credevamo perduta. 

Stolen Apple su Facebook

Stolen Apple – Renegade Sun (Brexit) – Video ufficiale – Dir: noWareArt


Renegade Sun (Brexit) – Video Credits
Camera / editing / Objet trouvè / organic creations: noWareArt

noWareArt su instagram

statement: Ottica, organica, disorganica. noWareArt cerca la vita dove si nasconde. Plasma l’analogico nel digitale. E viceversa.

Wagon Songs, l’album degli Stolen Apple

A distanza di tre anni dal precedente “Trenches” (Audioglobe e Clearspot), gli Stolen Apple escono con un nuovo lavoro per rivendicare lo spirito libero che ha contraddistinto tutte le loro produzioni, pur mantenendo intatte le proprie attitudini che si muovono tra furia punk, ricerca noise rock, derive psichedeliche e meditazioni post-rock. “Wagon Songs“, oltre ad un ulteriore viaggio verso la consapevolezza, rappresenta un mondo artigiano e sotterraneo che molti non riconoscono più, troppo presi nelle loro piccole disperazioni quotidiane, assuefatti e travolti dalla stratificazione dei pensieri.

Gli Stolen Apple nascono nel 2008 dalle ceneri dei Nest, che avevano pubblicato due album per Urtovox e Audioglobe tra il 2001 e il 2007. Al nucleo originario costituito da Riccardo Dugini (Voce, chitarra) e Luca Petrarchi (Voce, Chitarra), si aggiungeranno Alessandro Pagani alla batteria (Subterraneans, fondatore di Valvola/Shado Records) e Massimiliano Zatini al basso. 

Wagon Songs è stato accolto in modo ottimo dalla stampa.

Stolen Apple su indie-eye

Video intervista e live (Trenches)

Daydream, Videoclip in esclusiva (Dir: Michele Faggi)