giovedì, Agosto 18, 2022

Femina Ridens – Douce dame jolie, il videoclip in anteprima

"Douce Dame jolie" è il primo estratto da "Kalenda Maya", il nuovo album di Femina Ridens, il progetto dietro al quale si esprime la creatività della proteiforme artista fiorentina, Francesca Messina. L'album, in uscita per la storica RadiciMusic Records, è anticipato da un videoclip che indie-eye ospita in anteprima a partire da oggi.

Instancabile Femina Ridens, a poco più di un mese di distanza da Martha is Dead, la splendida colonna sonora composta per l’omonimo videogame della LKA, torna con un nuovo album intitolato Kalenda Maya, in uscita per la prestigiosa e storica RadiciMusic Records il prossimo 13 maggio 2022.

Kalenda Maya, il ritorno di Femina Ridens: un ponte tra passato e futuro

A sette anni dal bellissimo Schiaffi, Francesca Messina continua a radicalizzare la sua ricerca e scopre nuovi orizzonti della musica popolare. Pur ispirandosi ad alcuni brani contenuti in manoscritti medievali e quindi scegliendo di far confluire canzoni cantate in occitano, italiano volgare, lingua d’oil, galiziano-portoghese e latino, scritte tra il X ed il XIV secolo, compie un’operazione vivissima di matrice visionaria, scrollandosi di dosso la “polvere” museale di certa filologia. Aperto a molteplici influenze, Kalenda Maya traghetta la tradizione verso altre sponde, dalla psichedelia al minimalismo potente del folk-rock contemporaneo, servendosi di un connubio creativo tra strumenti antichi e moderni che contribuiscono a creare una tessitura innovativa e stimolante. L’energia potente e non mediata della musica pagana torna a nuova vita, stabilendo attraverso la persistenza della natura e del soprannaturale, un ponte tra passato e futuro.

Prodotto con la collaborazione artistica di Massimiliano Lo Sardo, Kalenda Maya è suonato da Francesca Messina (voce, chitarra), Massimiliano Lo Sardo (synth, harmonium indiano), Alice Chiari (violoncello), Nicola Savelli (percussioni).

Kalenda Maya esce il 13 maggio con RadiciMusic Records con distribuzione italiana a cura di Goodfellas e distribuzione straniera a cura di Xango.

Douce Dame Jolie, il primo estratto da Kalenda Maya: il videoclip

Per anticipare l’uscita dell’album, indie-eye ospita l’anteprima di “Douce Dame Jolie“, il videoclip realizzato con tecnica found footage da Francesca Messina e Massimiliano Lo Sardo e desunto da alcune sequenze de “L’inferno“, il film prodotto dalla Milano Films nel 1911, diretto da Francesco Bertolini, Adolfo Padovan, Giuseppe De Liguoro e ispirato all’intera prima cantica della Commedia Dantesca.

Il viaggio di Dante nei gironi infernalici ha detto Francesca Messinarappresenta lo stato emotivo morboso dell’autore del testo, la sua ossessione per l’amore negato. La sua rabbia repressa per una donna che si prende gioco di lui, è esaltata fino al parossismo nelle sue parole, L’overacting del film muto si sposa perfettamente con un testo sopra le righe

Femina Ridens su Facebook
Femina Ridens sito ufficiale


Douce dame Jolie, l’origine del brano e la reinvenzione di Femina Ridens

Douce dame Jolie“, il brano, è cantato da Femina Ridens in lingua d’oil. Si tratta di una canzone del XIV secolo composta dal francese Guillaume de Machaut (o Machault), indicato come il più importante e il più influente compositore della sua epoca. Machaut, il grande ma ormai anziano uomo di chiesa, in questo brano racconta la sua impossibile storia d’amore con una poetessa più giovane e ammirata da tutti, soprannominata nella canzone “mia dolce nemica”. I temi dell’amor cortese vengono soverchiati con forza e aggressività. La linea melodica medievale, semplice ed immediata, qui è nutrita da sonorità distorte che rivelano la dannazione per l’amore proibito. In alcuni momenti del brano, lo struggimento e la nostalgia sono suggeriti dal timbro caldo e carezzevole del violoncello, per venire poi sopraffatto da ritmiche tribali serrate sostenute da uno strumming furioso ed ossessivo. Un gioco fatto di luci ed ombre, esprime il rancore per questa donna che si prende gioco dei sentimenti dell’autore. Seguendo la follia delirante del testo (“non avete pietà di me…a mani giunte vi prego, uccidetemi”), la voce limpida e potente raggiunge un potere espressivo che va al di là della lingua e della grammatica.

Kalenda Maya, artwork

Femina Ridens, Kalenda Maya in tour

Femina Ridens comincerà a portare i brani del bellissimo Kalenda Maya con una serie di date in prevalenza toscane, già programmate a cavallo tra questa primavera e l’imminente estate, che per scelta e location sembrano inseguire lo spirito migliore della musica del vivo.
Si comincia il 13 maggio, data di uscita dell’album, sul palco dello Chapiteau del Teatro Instabile a Firenze, in Via della Funga 27/b. Si prosegue a Livorno presso Fortezza Nuova il 14 maggio, Il 21 Maggio ad Arezzo presso il circolo culturale Aurora, il 12 giugno di nuovo nell’area estesa del fiorentino, presso la Scuola di Musica CDP di Settignano, il 25 Giugno con un’imperdibile excursus perugino, presso la suggestiva Abbazia dei santi Felice e Mauro, il 7 agosto in un altro luogo altrettanto suggestivo in provincia di Firenze, presso Il Rifugio I Diacci, Passo della Sambuca.

Contatti per il booking: booking@feminaridens.it

Femina Ridens, la biografia artistica di Francesca Messina

Cantante, musicista, attrice e compositrice, è una delle voci più intense e importanti del panorama italiano. Artista proteiforme ha sperimentato senza sosta con la vocalità, attraverso progetti prestigiosi e in ambiti eterogenei. Dopo l’esordio negli anni novanta come solista nello storico ensamble dei Jubilee Shouters, collabora con quella formazione con artisti di grande fama come Momix, Take Six, Trilok Gurtu, Daniel Ezralow, C.S.I. e prendendo parte ad una serie di show televisivi nei contenitori Mediaset e Rai. Alla fine di quel decennio si cimenterà con la dance italiana attraverso lo pseudonimo di Lady Violet, incendiando le folte platee d’Europa e ottenendo successi internazionali, tra cui un disco D’oro in Svezia e Danimarca e la frequentazione di palchi di altissimo livello come quelli del Festivalbar e di altri Festival Europei. Tra le varie attività della Messina, gioca un ruolo centrale l’esperienza come attrice teatrale, dove sperimenterà con la compagnia Laboratorio Nove, partecipando a numerosi spettacoli e lavorando con Barbara Nativi, affiancando quindi grandi attrici come Lucia Poli e Marisa Fabbri. Nel 2005 studia e lavora nel doppiaggio con Giorgio Lopez, voce ufficiale di Dustin Hoffman.
Nel 2010 pubblica l’EP Raptus, con la band La Materia Strana, fondata insieme a Massimiliano Lo Sardo ed Umberto Bartolini. L’avventura Femina Ridens comincia nel 2013 insieme a Massimiliano Lo Sardo, con il quale pubblica proprio quell’anno l’omonimo album d’esordio, seguito dal successivo “Schiaffi” nel 2015 e dall’imminente Kalenda Maya, in uscita per RadiciMusic Records il 13 maggio 2022. Tra i progetti collaterali, citiamo la colonna sonora del videogioco Martha is Dead prodotto dalla LKA-Wired Productions, pubblicato il 24 febbraio 2022 in forma cross-platform e recensito dalla stampa videoludica internazionale.

Redazione IE
Redazione IE
Per contattare la redazione di Indie-eye scrivi a info@indie-eye.it || per l'invio di comunicati stampa devi scrivere a cs@indie-eye.it

ARTICOLI SIMILI

Voto

IN SINTESI

"Douce Dame jolie" è il primo estratto da "Kalenda Maya", il nuovo album di Femina Ridens, il progetto dietro al quale si esprime la creatività della proteiforme artista fiorentina, Francesca Messina. L'album, in uscita per la storica RadiciMusic Records, è anticipato da un videoclip che indie-eye ospita in anteprima a partire da oggi.

CINEMA UCRAINO

spot_img

INDIE-EYE SHOWREEL

spot_img

i più visti

VIDEOCLIP

INDIE-EYE SU YOUTUBE

spot_img

TOP NEWS

ECONTENT AWARD 2015

spot_img
Femina Ridens - Douce dame jolie, il videoclip in anteprima"Douce Dame jolie" è il primo estratto da "Kalenda Maya", il nuovo album di Femina Ridens, il progetto dietro al quale si esprime la creatività della proteiforme artista fiorentina, Francesca Messina. L'album, in uscita per la storica RadiciMusic Records, è anticipato da un videoclip che indie-eye ospita in anteprima a partire da oggi.